Elezioni politiche 2018

Informazioni sulle consultazioni elettorali del 4 marzo
Elezioni politiche 2018

Elezioni

 

Con Decreto del Presidente della Repubblica pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 29 dicembre 2017 è stata fissata la data per lo svolgimento delle consultazioni per l’elezione della camera dei deputati e del Senato della Repubblica per il giorno di domenica 4 marzo 2018. In particolare, in applicazione di quanto disposto dalla legge 3 novembre 2017 n. 165 (nuova legge elettorale in materia di elezioni politiche), il Decreto Legislativo 12 dicembre 2017 n. 189 ha determinato collegi uninominali e plurinominali sia per l’elezione della Camera dei Deputati che del Senato della Repubblica.

Il Comune di San Lazzaro di Savena è compreso:

  • Camera dei deputati
    - nel collegio uninominale Emilia – Romagna 01;
    - nel collegio plurinominale Emilia -Romagna 03;
  • Senato della Repubblica
    - nel collegio uninominale Emilia – Romagna 04;
    - nel collegio plurinominale Emilia -Romagna 01.


Spazi pubblici per partiti politici per la campagna elettorale

Il Comune di San Lazzaro, vista la difficoltà a reperire sale idonee per lo svolgimento di comizi e incontri politici, data la presenza del cantiere per i lavori del Municipio e i numerosi eventi previsti in Mediateca, mette a disposizione dei partiti e dei gruppi politici che ne facciano richiesta, i locali e le sale dei centri sociali comunali del territorio, in giorni ed orari da concordare con gli stessi centri compatibilmente con le attività già programmate.

La fruizione delle sale per la propaganda elettorale è da intendersi a titolo gratuito, secondo le indicazioni della Prefettura di Bologna.


Quando si vota

Le operazioni di voto si svolgeranno domenica 4 marzo 2018, dalle ore 7.00 alle ore 23.00. Subito dopo la chiusura delle votazioni e l'accertamento del numero dei votanti inizieranno le operazioni di scrutinio. 

Per l’elezione della Camera dei Deputati hanno diritto di voto tutti i cittadini italiani, iscritti nelle liste elettorali del Comune di San Lazzaro di Savena, che avranno compiuto entro il 4 marzo 2018 il 18° anno di età (nati a tutto il 4 marzo 2000).

Per l’elezione del Senato della Repubblica hanno diritto di voto tutti i cittadini italiani, iscritti nelle liste elettorali del Comune di San Lazzaro di Savena, che avranno compiuto entro il 4 marzo 2018 il 25° anno di età (nati a tutto il 4 marzo 1993).

Per le elezioni politiche possono votare nel Comune di San Lazzaro di di Savena anche se iscritti nelle liste elettorali di altro Comune della Repubblica:

  • i militari (e categorie assimilate);
  • i ricoverati in ospedali o case di cura


Dove si vota

Il territorio del Comune di San Lazzaro di Savena è suddiviso in 31 sezioni elettoraliPer l'ammissione al voto l'elettore dovrà presentarsi all'Ufficio Elettorale della sezione in cui è iscritto.

Il numero della sezione di appartenenza e l'ubicazione del seggio sono indicati sulla tessera elettorale.

Di seguito si indicano le sedi degli Istituti Scolastici presso i quali verranno allestisti i seggi, con a fianco le sezioni ubicate. 

Tutte le sezioni del Comune sono prive di barriere architettoniche.

 

PLESSO

SEZIONI (nr.)

SCUOLE ELEMENTARI "Pezzani"

Via della Repubblica n. 25

 

1 – 2 – 3 – 4 – 5 –6

SCUOLE ELEMENTARI "L. Donini"

Via P. Poggi n. 3 – 5

entrata civico n. 3:

7 – 8 – 9 – 10

entrata civico n. 5:

11 – 12 – 13 – 31

SCUOLE MEDIE IUSSI

 Via J. F. Kennedy n. 57 – 59

entrata civico n. 57:

14 –15 –16 –17 –18 – 24

entrata civico n. 59:

19 – 20 – 21 – 22

SCUOLE ELEMENTARI FANTINI

 Via Galletta n. 40

 

23- 25 – 26

SCUOLE ELEMENTARI PONTICELLA

 Via San Ruffillo n. 3

 

27 – 28 – 29

ISTITUTO CEFAL

Via Nazionale Toscana n. 1

 

30

 

Come si vota

Si riceve una sola scheda per la Camera dei Deputati e una sola scheda per il Senato, rispetto alle quali le modalità di voto sono le medesime. Le schede recano il nome del candidato nel collegio uninominale e, per il collegio plurinominale, il contrassegno di ciascuna lista o coalizione di liste ad esso collegate. I contrassegni delle liste hanno riportati a fianco i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale.

Il voto è espresso tracciando un segno sul rettangolo contenente il contrassegno della lista e i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale. Il voto così espresso vale ai fini dell'elezione del candidato nel collegio uninominale ed a favore della lista nel collegio plurinominale. Qualora il segno sia tracciato solo sul nome del candidato nel collegio uninominale, il voto è comunque valido anche per la lista collegata. In presenza di più liste collegate in coalizione, il voto è ripartito tra le liste della coalizione, in proporzione ai voti ottenuti da ciascuna lista in tutte le sezioni del collegio uninominale.

Se l’elettore traccia un segno, sul rettangolo contenente il nominativo del candidato uninominale e un segno contenente il contrassegno di una lista a cui il candidato non sia collegato il voto è nullo, in quanto per l’elezione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica non è previsto il voto disgiunto.
Le modalità di voto sono riportate anche nella parte esterna delle due schede elettorali.

 

Documenti necessari per l'ammissione al voto

Per essere ammesso al voto l'elettore dovrà presentarsi all'ufficio elettorale di sezione in cui è iscritto ed esibire la tessera elettorale personale, unitamente a carta di identità o ad un altro documento di identificazione munito di fotografia, rilasciato dalla Pubblica Amministrazione, ad esempio:

  • patente di guida;
  • passaporto;
  • libretto di pensione;
  • tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale;
  • tessera di riconoscimento rilasciata dall'Unione nazionale ufficiali in congedo d'Italia, purchè convalidata da un comando militare.

I documenti di identificazione sopraindicati sono considerati validi per accedere al voto anche se scaduti, purchè risultino sotto ogni altro aspetto regolari e possano assicurare la precisa identificazione dell'elettore.

In mancanza di documento l'identificazione dell'elettore può avvenire anche attraverso:

  • uno dei membri del seggio che conosca personalmente l'elettore e ne attesti l'identità;
  • altro elettore del comune, noto al seggio (provvisto di documento valido) che ne attesti l'identità.

Per qualsiasi ulteriore chiarimento e informazione rivolgersi all'Ufficio Elettorale comunale.

La tessera elettorale

Esaurimento spazi disponibili
In vista del prossimo appuntamento elettorale, si ricorda di verificare se la tessera elettorale ha spazi vuoti utilizzabili per la certificazione della partecipazione alla votazione. Nel caso in cui tutti gli spazi fossero esauriti, occorre rinnovare la tessera presentandosi all’Ufficio Elettorale che provvederà a rilasciare una nuova tessera.

Smarrimento o furto tessera elettorale
Le persone che hanno smarrito la tessera elettorale possono richiedere il rilascio di un duplicato presentandosi personalmente, con un documento di identità valido, all'Ufficio Elettorale del Comune.

Trasferimento di residenza
Il Comune di nuova residenza consegna al titolare una nuova tessera elettorale e ritira quella rilasciata dal Comune di precedente residenza. In caso di trasferimento di residenza all’interno del territorio comunale che comporti il cambio del seggio di votazione, l’elettore riceve un’ etichetta da applicare sulla tessera con l’indicazione del nuovo indirizzo e del nuovo seggio dove recarsi a votare.

Al fine di ottenere il rilascio della tessera elettorale occorrerà rivolgersi all’Ufficio Elettorale nei seguenti orari:

  • Lunedì – Martedì – Mercoledì -Venerdì: dalle ore 8.00 alle ore 12.30
  • Giovedì: dalle ore 8.00 alle 13.00 / dalle ore 14.30 alle ore 17.30.

Per agevolare il rilascio delle tessere elettorali l'Ufficio Elettorale osserverà, nei giorni antecedenti le votazioni, i seguenti orari di apertura al pubblico:

  • sabato 17 febbraio, dalle 8 alle 12;
  • sabato 24 febbraio, dalle 8 alle 12;
  • venerdì 2 marzo, dalle ore 8 alle 19;
  • sabato 3 marzo, dalle ore 8 alle 19;
  • domenica 4 marzo, dalle ore 7 alle 23.

Si raccomanda di non attendere gli ultimi giorni prima della votazione per richiedere la nuova tessera al fine di evitare code ed attese agli sportelli.

Per qualsiasi ulteriore chiarimento e informazione rivolgersi all'Ufficio Elettorale comunale.

Voto assistito per gli elettori disabili

Ai sensi della legge 5 febbraio 2003 n. 17, gli elettori affetti da infermità tali da non consentire l’autonoma espressione del diritto di voto (i ciechi, gli amputati alle mani, gli affetti da paralisi ), possono esercitare tale diritto assistiti da un accompagnatore di fiducia. Quest’ultimo deve essere un elettore, anche di un comune diverso, e non necessariamente un familiare.

La legge prevede la possibilità per gli stessi elettori fisicamente impediti ad esprimere autonomamente il voto di richiedere al Comune d’iscrizione nelle liste elettorali l’annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione, da parte dello stesso Ufficio Elettorale, di un corrispondente simbolo sulla tessera elettorale personale. L’annotazione è effettuata nel pieno rispetto della privacy dell’interessato.

Tale richiesta, deve essere accompagnata da apposita documentazione sanitaria che attesti l’impedimento fisico. L’apposizione sulla tessera elettorale dell’apposito simbolo ha lo scopo di evitare all’elettore fisicamente impedito di doversi munire, di volta in volta, in occasione di ogni consultazione, dell’apposito certificato medico.

Qualora la richiesta volta ad ottenere l’annotazione permanente del diritto al voto assistito sia formulata da elettore non vedente, non è necessaria la documentazione sanitaria, ma è sufficiente esibire all’Ufficio Elettorale il libretto nominativo di pensione attualmente rilasciato dall’INPS o, in passato, dal Ministero dell’Interno, nel quale sia indicata la categoria “ciechi civili” ed un numero attestante la cecità assoluta del titolare del libretto (uno dei seguenti numeri di codice o fascia: 06, 07, 10, 11, 15, 18, 19).

Se l’elettore fisicamente impedito si presenta al seggio senza che sulla sua tessera elettorale sia apposto il simbolo sopra illustrato, oppure quando l’impedimento non sia evidente o sia temporaneo:

In occasione di ogni elezione, dovrà presentare al Presidente di seggio, un certificato medico rilasciato dall’AUSL di appartenenza, che attesti che l’infermità fisica gli impedisce di esprimere il voto senza l’aiuto di un altro elettore.

Per gli elettori non vedenti è sufficiente esibire al Presidente di seggio il libretto nominativo di pensione attualmente rilasciato dall’INPS e in passato dal Ministero dell’Interno, nel quale sia indicata la categoria “ciechi civili” ed un numero attestante la cecità assoluta del titolare del libretto.

È vietato esercitare le funzioni di accompagnatore per più persone.

Scarica il modulo per la richiesta di voto assistito

Per qualsiasi ulteriore chiarimento e informazione rivolgersi all'Ufficio Elettorale comunale.

 

Voto domiciliare per elettori in dipendenza vitale da apparecchiature elettromedicali o affetti da gravissime infermità

Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile, anche con l'ausilio dei servizi di cui all'art. 29 L. 5 febbraio 1992, n. 104 (del trasporto pubblico che il Comune organizza per facilitare gli elettori disabili il raggiungimento del seggio elettorale), e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, hanno la possibilità, su espressa richiesta di essere ammessi al voto nella loro dimora.

Gli interessati dovranno far pervenire tra il 40° giorno ed il 20° giorno antecendente la data della votazione (tra il 23 gennaio e il 12 febbraio 2018 o comunque in tempo utile per poter valutare le esigenze ed organizzare il servizio) al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, la seguente documentazione:

  • in carta libera attestante la volontà di esprimere il voto presso l´abitazione in cui dimorano, indicandone il completo indirizzo;
  • un certificato medico rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi della Azienda Sanitaria Locale, in data non anteriore al 18 gennaio 2018 (45° giorno antecedente la votazione), che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità che rendono impossibile l'allontanamento dall'abitazione, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali; il medesimo certificato potrà attestare anche l'eventuale necessità di un accompagnatore per l'esercizio del voto.

Il Sindaco, a conclusione della relativa istruttoria, rilascerà a ciascun elettore ammesso al voto a domicilio, un'attestazione dell'avvenuta inclusione negli appositi elenchi.
Il voto sarà raccolto, durante le ore in cui è aperta la votazione, dal presidente dell'ufficio elettorale di sezione nella cui circoscrizione è ricompresa la dimora espressamente indicata dall'elettore, con l'assistenza di uno degli scrutatori del seggio e del segretario.

Scarica il modulo per la richiesta di voto a domicilio

Per qualsiasi ulteriore chiarimento e informazione rivolgersi all'Ufficio Elettorale comunale.

 

Facilitazioni trasporto elettori ai seggi

Trasporto elettori disabili o fisicamente impediti

In occasione delle Elezioni Politiche del 4 marzo 2018 , il Comune di San Lazzaro di Savena garantisce il trasporto gratuito,da casa al rispettivo seggio elettorale, per le persone con comprovati problemi di deambulazione. Il servizio viene svolto attraverso un minibus appositamente attrezzato o altro mezzo idoneo e potrà essere richiesto previa prenotazione telefonica all'Ufficio Elettorale (Telefono 051.6228155 - 8154).

 

Servizio di trasporto gratuito al seggio 23 per i residenti nella frazione Castel de’ Britti

Al fine di facilitare l'affluenza al seggio degli elettori residenti nella frazione Castel de’ Britti, il Comune organizza, nella giornata di domenica 4 marzo 2018 uno speciale servizio di trasporto atto a garantire il collegamento diretto tra il territorio compreso nella sezione elettorale n. 23 e la Scuola Elementare "Fantini"in Via Galletta n. 40, ove è attualmente ubicato il seggio. Di seguito sono indicate le fermate egli orari del collegamento.

Consulta l'orario del collegamento

Per qualsiasi ulteriore chiarimento e informazione rivolgersi all'Ufficio Elettorale comunale.

Agevolazioni di viaggio

In occasione delle elezioni del 4 marzo, gli elettori che si recheranno a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale potranno usufruire delle agevolazioni di viaggio applicate da enti o società che gestiscono i relativi servizi di trasporto.
Per qualsiasi ulteriore chiarimento e informazione rivolgersi all'Ufficio Elettorale comunale.
archiviato sotto:
Valuta questo sito