Accertamento tributi comunali

ultima modifica 17/08/2017 16:19

Descrizione del servizio

Cos'è

L'avviso di accertamento è un atto emesso dal Settore Entrate, nel caso di:

  • omessa o infedele denuncia e conseguente parziale o mancato pagamento
  • parziale o mancato pagamento in presenza di regolare denuncia

 

Oggetto dell’avviso di accertamento

L'accertamento riguarda i seguenti tributi locali:

  • ICI - Imposta Comunale sugli Immobili
  • IUC – componente IMU
  • IUC – componente TASI - Tributo per i Servizi Indivisibili
  • IUC – componente TARI – Tassa sui Rifiuti
  • TARES per l’anno 2013
  • TARSU fino all’ anno 2012

 

Cosa contiene

Con l’avviso di accertamento, notificato al destinatario, viene:

  • quantificato il tributo dovuto
  • calcolati gli interessi
  • irrogata la sanzione prevista per la violazione commessa
  • recuperate le spese di notifica

 

Cosa può fare chi riceve l’atto di accertamento

1) Definizione agevolata dell’avviso di accertamento per omessa o infedele dichiarazione, con riduzione della sanzione per acquiescenza

Nel caso in cui il contribuente riconosca che tutti gli elementi che costituiscono l'accertamento siano fondati e legittimi e che la notifica sia stata eseguita correttamente, può pagare, entro 60 giorni dalla data di notifica dell'atto, "l'importo ridotto", che prevede la riduzione a 1/3 della sanzione applicata e riportata sull'avviso stesso.

La definizione agevolata non è applicabile agli accertamenti per omesso o parziale pagamento.

2) Richiesta di riesame o annullamento in autotutela

Ferma restando la possibilità di presentare ricorso al giudice entro il relativo termine, il contribuente che non concordi con le contestazioni descritte nell’avviso di accertamento, può richiedere, entro 60 gg dalla data di notifica, il riesame dell'atto in autotutela (finalizzato sia all'annullamento totale che parziale dell'atto) motivando e documentando adeguatamente la propria istanza, indirizzata al Funzionario Responsabile che ha sottoscritto il presente atto, e presentata in carta semplice con consegna diretta presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P.) in Piazza Bracci, 1 - Piano Terra - oppure tramite posta ordinaria al Comune di San Lazzaro di Savena - Settore Entrate, Piazza Bracci n. 1, 40068 – San Lazzaro di Savena nonché per posta elettronica certificata all'indirizzo riportato nella sezione contatti.

Il riesame dell'atto in autotutela viene effettuato nel rispetto delle specifiche condizioni di legge e regolamento ed in considerazione della sua peculiare natura di strumento a tutela del buon andamento dell'attività amministrativa. Si precisa che la proposizione dell’istanza non produce alcuna interruzione o sospensione del termine perentorio per proporre ricorso in via giurisdizionale davanti alla Commissione Tributaria Provinciale.

 

3) Accertamento con adesione

E’ applicabile quando l’avviso di accertamento si basa su elementi non certi, che possono essere oggetto di diversa valutazione; l’accertamento con adesione è limitato ai soli accertamenti sostanziali e non si estende alla parte di questi concernente la semplice correzione di errori materiali e formali non incidenti sulla determinazione del tributo. L’accertamento con adesione presuppone la presenza di materia concordabile e quindi di elementi suscettibili di apprezzamento valutativo per cui esulano dal campo applicativo dell’istituto le questioni cosiddette “di diritto” e tutte le fattispecie nelle quali l’obbligazione tributaria è determinabile sulla base di elementi certi.

L'accertamento con adesione produce come effetto immediato la sospensione dei termini per l'impugnazione e quelli di pagamento del tributo per un periodo di 90 giorni dalla data di presentazione.

Entro 15 giorni dal ricevimento dell'accertamento con adesione, l'ufficio contatta il contribuente per concordare un incontro durante il quale potranno essere effettuati tutti gli approfondimenti del caso.

A seguito dell'incontro (contraddittorio), in caso di accordo tra le parti, l'ufficio redige un atto di accertamento con adesione in duplice copia che va sottoscritto dal contribuente (o dal suo procuratore) e dal responsabile dell'ufficio o suo delegato. Se durante il contraddittorio si trova un accordo, alla nuova imposta stabilita, si applica la sanzione pari ad un terzo del minimo previsto dalla relativa normativa.

Nel caso in cui il contribuente non si presenti all'incontro, decade per lui il diritto all'accertamento con adesione.

Al termine del procedimento, il Funzionario Responsabile redige un verbale riportando tutte le operazioni compiute in relazione all'accertamento con adesione (compresa l'eventuale mancata comparizione del contribuente e il conseguente esito negativo dell'accertamento con adesione).

4) Ricorso e/o reclamo: per gli atti di accertamento emessi dal Comune di San Lazzaro di Savena il contribuente ha sempre la possibilità di fare ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale di Bologna (Via A. Da Formigine n. 3 – Bologna)

N.B. ai sensi dell'art. 17/bis del D.Lgs. 546/92, come sostituito dall'art. 9 del D.Lgs. 156/2015 dal 1 gennaio 2016, per controversie di valore non superiore ad euro ventimila (€ 20.000), il ricorso produce anche gli effetti di un reclamo e può contenere una proposta di mediazione. Il ricorso non è procedibile sino alla scadenza del termine di 90 giorni dalla data di notifica. Il termine per la costituzione in giudizio decorre dalla scadenza del termine di conclusione della procedura di reclamo mediazione sopra indicata.

 

Documentazione da presentare

  • Istanza in autotutela
  • Copia del documento di riconoscimento
  • Documenti comprovanti la regolarità dei pagamenti effettuati (ad es. copie dei bollettini di versamento)

Dilazione di pagamento

Il soggetto che riceve l’atto di accertamento potrà richiedere la dilazione del pagamento ai sensi dell’art. 18 del Regolamento Unico delle Entrate Tributarie Comunali .

vai ad inizio pagina ↑

Dove rivolgersi

Telefono051 622 8107 - 8108 Email@ Settore Entrate - Ufficio Tributi Fax051 622 8283

Riferimenti

Responsabile del procedimento

Roberta Zucchini

Funzionario sostituto
ai sensi della L. 241/'90

Anna Barbieri
Valuta questo sito