Salta al contenuto

Descrizione

Descrizione della gara

Aggiornamento dell'8 agosto

Esito della gara ad evidenza pubblica per la concessione in uso dell'impianto sportivo "Campi da Tennis" ubicato a San Lazzaro di Savena via F.lli Canova, 51

Aggiudicatario: Associazione Tennistica Dilettantistica Tennis Accademy con sede in Bologna via Tacconi, 53.

 Graduatoria dei partecipanti e delle offerte ammesse:

1. Associazione tennistica dilettantistica

    Emilia  Tennis Accademy             punti 71,10 / 100

2. Savena Beach  SSDRL                  punti 67,26 / 100

3. Tennis in Villa SRLS                       punti 27,86 / 100

4. In Fieri   A.S.D                                punti  9,72 / 100


Aggiornamento del 20 luglio

La commissione di gara per la selezione delle domande di partecipazione all'avviso pubblico per la concessione in uso dell'impianto sportivo "campi da tennis" si riunirà in seduta pubblica per l'apertura delle offerte economiche martedì 26 luglio alle ore 10 presso la Sala del Consiglio Comunale

Aggiornamento del 5 luglio

---------------------------------------------

Aggiornamento del 24 giugno

Si comunica che la data di scadenza del bando per la concessione in uso dell'impianto sportivo "campi da tennis" è prorogata al 5 luglio con le medesime modalità.

Essendo stati prorogati i termini per la presentazione della domanda di partecipazione al bando "campi da tennis" la seduta pubblica della commissione giudicatrice prevista per il giorno 30 giugno ore 10 è annullata. Sarà data comunicazione della nuova data di convocazione della commissione.

---------------------------------------------

Aggiornamento del 22 giugno/2

  • Domanda n.1:
    Vorremmo avere informazioni su:
    - ultimo stato legittimato
    - accatastamenti dell'immobile
    - agibilità dell'impianto
    Risposta n.1
    Queste informazioni sono reperibili mediante richiesta di accesso agli atti dell'Ufficio tecnico ( v. modulistica e procedimento sul sito del Comune)

  • Domanda n. 2
    La CPI rilasciata dai Vigili del Fuoco è necessaria? Esiste? In caso di mancanza c'è l'eventualità che l'aggiudicatario si veda impossibilitato ad operare in quanto i Vigili stessi non ritengono la struttura a norma?
    Risposta n.2
    Si rimanda ad una precedente FAQ in cui si diceva che “Per quanto riguarda le certificazioni relative alla sicurezza il Comune di San Lazzaro non  rilascia alcuna documentazione al riguardo, in quanto il piano della sicurezza e gli altri adempimenti relativi sono strettamente collegati al progetto di gestione, che è a carico del concessionario . L'onere di curare tutti gli adempimenti connessi al D.Lgs. 81/ 2008 e successive modificazioni e integrazioni è previsto dall'art. 12 del capitolato esclusivamente a carico del concessionario" .
    Si precisa che ai fini della verifica del rispetto delle norme di Prevenzione incendi e degli eventuali adeguamenti da effettuare, relativamente ai due campi chiusi con struttura in legno lamellare si deve fare riferimento al DPR 151/2011, con particolare riferimento all'attività 65/B dell'Allegato I.

---------------------------------------------

Aggiornamento del 22 giugno

  • Domanda:
    Rispetto ai 100.000 euro + Iva che il Comune utilizzerà per eseguire i lavori nell'impianto, se viene predisposto un progetto comune tra il Comune e il Concessionario a chi spetta la scelta delle ditte a cui affidare i lavori?
    Risposta:
    Il contributo una tantum di € 100.000 + Iva potrà essere utilizzato nei seguenti due modi:
    1. esecuzione diretta dei lavori da parte del Comune, con le modalità già specificate in una precedente FAQ.
    2. esecuzione di un progetto di lavori concordato con il Comune e realizzato interamente dal Concessionario, previa erogazione di un contributo finanziario del Comune di 100.000 euro + Iva . In tal caso si applica quanto previsto dall'art. 1, comma 2, lett. b) e successivi commi 3, 4 e 5 del D.Lgs. 50/2016 (Codice degli Appalti pubblici),

---------------------------------------------

Aggiornamento del 21 giugno/2

  • Domanda n.1 :
    Appurato che verrà concordato con la stessa amministrazione comunale dove verranno investiti i 100.000 € oltre a Iva di Legge, preventivamente versati come da bando, con quali modalità le opere concordate verranno appaltate?
    Risposta n1 :
    Le opere realizzate dall'Amministrazione comunale saranno appaltate con le procedure negoziate previste dalla normativa vigente.

  • Domanda n.2 :
    Per quel che riguarda ulteriori migliorie proposte dall'aggiudicatario, le modalità di intervento devono sottostare al regolamento degli appalti pubblici, oppure l'aggiudicatario può procedere con negoziazione privata?Risposta n.2
    :
    Il concessionario non ha vincoli normativi da seguire per eseguire i lavori, la sola clausola che verrà richiesta è che i lavori siano svolti da imprese qualificate secondo il D.Lgs. 50/2016 ed in possesso dei requisiti generali di cui all'art. 80 del medesimo Decreto.

  • Domanda n.3
    L' IMU e la TARI relative all'impianto sportivo Paolo Poggi sono a carico del concessionario?
    Risposta n.3:
    L'IMU non è a carico del concessionario, la TARI sì

---------------------------------------------

Aggiornamento del 21 giugno

La commissione esaminatrice delle domande per la partecipazione all'avviso pubblico per la concessione in uso dell'impianto sportivo "campi da Tennis" di via Fratelli Canova, 51-San Lazzaro si riunirà in seduta pubblica per valutare l'ammissibilità dei concorrenti lunedì 27 giugno alle ore 10 presso la Sala di Città del Palazzo Comunale, piazza Bracci,1.

Pubblicata la seguente Faq

Domanda:
E' stata richiesta la consegna o la visione della seguente  documentazione:

  1. Piano della Sicurezza (se previsto).
  2. Planimetria generale dell'impianto o complesso sportivo per le squadre di soccorso, con indicati le scale, le vie d'esodo, gli impianti tecnici e antincendio, i dispositivi di arresto, gli spazi sicuri.
  3. Concessione rilasciata dalla Commissione di Vigilanza sul Pubblico Spettacolo (Impianto agibile per il pubblico).
  4. Certificato Prevenzione Incendi (attività n.91 - 83 del D.M 16/02/82).
  5. Dichiarazione di conformità degli impianti elettrici, termo-idraulici, antincendio.
  6. Libretti uso e manutenzione delle macchine e attrezzature in uso.
  7. Registro dei controlli periodici.

Risposta

Per quanto riguarda le certificazioni relative alla sicurezza il Comune di San Lazzaro non  rilascia alcuna documentazione al riguardo, in quanto il piano della sicurezza e gli altri adempimenti relativi sono strettamente collegati al progetto di gestione, che è a carico del concessionario. L'onere di curare tutti gli adempimenti connessi al D.Lgs. 81/ 2008 e successive modificazioni e integrazioni è previsto dall'art. 12 del capitolato esclusivamente a carico del concessionario.

---------------------------------------------

Aggiornamento del 16 giugno

Pubblicato a fondo pagina il file "Faq del 16/6/2016"

---------------------------------------------

Aggiornamento del 14 giugno

Pubblicate le seguenti Faq:

  • Domanda n.1:
    E' possibile ottenere una licenza per l'apertura al pubblico del punto di ristoro?Risposta n. 1

    E' ammesso un punto di ristoro, se rispondente ai requisiti previsti dalla normativa vigente per il rilascio della relativa autorizzazione, purché considerato come attività accessoria e complementare a quella principale costituita dall'attività sportiva. In questo caso il bar è escluso dai criteri di programmazione comunale e dovrà essere al servizio dell'impianto e pertanto potrà essere accessibile ai soli soci/tesserati dell'associazione sportiva
    Invece, qualora il pubblico esercizio debba essere aperto indistintamente a tutti, costituirebbe un'attività economica indipendente e non solo accessoria all'attività sportiva del tennis. In questo caso il bar sarebbe soggetto ai criteri comunali di programmazione fissati dalla Deliberazione di Giunta Comunale n. 10 del 09/03/2010 (disponibile anche a fondo pagina), e al soddisfacimento degli standard di parcheggio previsti dalle Norme del RUE vigente, consultabili sul sito comunale, per gli usi b.2 (pubblici esercizi) e b.4 (attività sportive prive di significativi effetti di disturbo sul contesto urbano); si faccia riferimento, a tal proposito agli artt. 17, 20 e 21 delle citate Norme di RUE. In tale ipotesi il bar può restare aperto anche in orari diversi da quelli della Polisportiva.
    Infine, tenuto conto del contesto di riferimento, si indicano le seguenti ulteriori limitazioni:
    - posti a sedere per il pubblico esercizio indicativamente max. n.20
    - non è ammessa la realizzazione, per l'attività di pubblico esercizio, di chioschi, tettoie e simili.
    Si fa presente che comunque valgono, per tutto l'impianto, le limitazioni previste dall'art. 17, comma 3, lett. B, punto b4 del RUE vigente, ovvero:
    - capienza max di pubblico inferiore alle 150 persone;
    - emissioni acustiche entro i limiti stabiliti dal D.P.C.M. 14/11/1997 – Tabella B, per le aree di classe II (prevalentemente residenziali).

  • Domanda n. 2:
    E' possibile rendere spazio edilizio l'attuale superficie occupata da strutture mobili ( gazebo e pensiline)?Risposta n. 2

    Ai sensi della disciplina vigente dell'ambito territoriale in cui ricade la struttura sportiva esistente non sono ammessi ampliamenti delle superfici utili esistenti pertanto non vi è alcuna possibilità di rendere spazio edilizio l'attuale superficie occupata da strutture mobili (gazebo e pensiline).

  • Domanda n. 3:
    Il parcheggio antistante il circolo e quindi di conseguenza la sua manutenzione sono di pertinenza del bando in oggetto e quindi del gestore oppure sono a carico del comune in quanto pubblico?Risposta n.  3

    Il parcheggio antistante il Circolo tennis è pertinenziale di uso comune, ed è escluso dalla concessione; i concorrenti possono proporre interventi sul parcheggio, che però non ne possono modificare l'uso pubblico, dovendo essere garantito il libero e gratuito accesso a tutti i potenziali utenti.

  • Domanda n. 4
    Qual è la percentuale di Iva da riferirsi al canone di affitto e alla quota una tantum?Risposta n. 4

    L'aliquota Iva prevista per il canone d'affitto e la quota una tantum è pari al 22%;

  • Domanda n. 5
    E' possibile recintare l'area di pertinenza del bando ?Risposta n. 5

    In linea di massima è possibile recintare tutta l'area affidata in concessione, ma le modalità dovranno essere concordate con l'Amministrazione comunale, essendo preferite recinzioni con materiale vegetale.

  • Domanda n. 6
    Le strutture mobili in legno rimarranno?Risposta n. 6

    Le strutture mobili in legno sono comprese nell'assegnazione 

  • Domanda n. 7
    I due palloni mobili di copertura dei campi in terra rossa rimarranno in dotazione del gestore e se si in quali condizioni sono ?Risposta n. 7

    I palloni a copertura dei due campi in terra rossa sono in dotazione del bene assegnato in concessione, ma non sono in un buono stato di manutenzione, come si può constatare direttamente, anche se ora sono stati sgonfiati e ripiegati

---------------------------------------------

Aggiornamento del 7 giugno

Pubblicata a fondo pagina la planimetria della palazzina a servizio dei campi da tennis. La corrispondenza tra planimetria e l'effettivo stato di fatto va verificata sul posto.

---------------------------------------------

Aggiornamento del 6 giugno

Pubblicata la seguente Faq:

  • Richiesta:
    Rispetto ai 100 mila euro + Iva che i concorrenti debbono corrispondere in un'unica soluzione prima della consegna dell'impianto, si può sapere a priori come verrà reinvestita questa somma da parte del Comune?Risposta:

    Gli interventi di manutenzione straordinaria realizzati dal Comune con i 100.000 euro oltre Iva saranno concordati con il soggetto aggiudicatario, prevedendo fin da ora una priorità per interventi da realizzare nella palazzina servizi/spogliatoi.
    I concorrenti potranno indicare nel progetto allegato alla domanda di partecipazione una ipotesi di utilizzo della suddetta somma, che il Comune potrà  tenere in considerazione.

---------------------------------------------

Il Comune di San Lazzaro di Savena intende affidare in concessione a terzi la gestione dell’impianto sportivo “Campi da tennis” ubicato a San Lazzaro di Savena in via Fratelli Canova.

La concessione ha validità per venti anni.

Descrizione della gara

Possono presentare domanda di partecipazione al presente avviso tutti i soggetti che non si trovino nelle condizioni previste dall'art. 80 del D.Lgs. 50/2016, dalla delibera della G.C. n. 193/2015 e che entro la data di scadenza del bando non abbiano debiti accertati e non pagati nei confronti della Amministrazione comunale;

Per maggiori informazioni puoi consultare il testo del bando a fondo pagina.

Tipologia del bando
Altro
Ente erogatore
Comune San Lazzaro di Savena

Tempi e scadenze

27
mag/16
Data di pubblicazione
05
lug/16
18:00 - Scadenza dei termini per partecipare al bando
05
dic/16
Chiusura del procedimento

Ultimo aggiornamento

22-09-2022 15:09

Questa pagina ti è stata utile?