Salta al contenuto

Piazza Bracci

Piazza Bracci

Descrizione

Il Comune di San Lazzaro di Savena ha radici lontane.

Il nome San Lazzaro di Savena deriva dall’omonimo torrente che lo lambisce e fa da confine naturale tra Bologna e San Lazzaro, e dal lazzaretto che ebbe origine alla fine del 12esimo secolo, a Est di Bologna e che svolse la sua funzione già nel 1214 come ospedale dei poveri lebbrosi, e durante tutto il Medio Evo come ricovero per i malati infettivi, in modo da impedire la diffusione di epidemie nella città di Bologna.

Dal 15esimo secolo attorno alla chiesa e all’ospedale iniziò e formarsi un piccolo borgo e, venute meno le necessità igieniche di isolamento, gli abitanti continuarono a crescere fino alla creazione del Comune autonomo di San Lazzaro nel 1810, in epoca Napoleonica.

Ai lati di Piazza Bracci potete trovare, oltre alla via Emilia, il Palazzo Comunale e la chiesa di San Lazzaro.
La piazza è intitolata a Luciano “Toro” Bracci, partigiano della 62a brigata Camice Rosse Garibaldi che cadde prigioniero dei tedeschi mentre tentava di portare in salvo un compagno ferito. Fu fucilato il 30 agosto 1944, all’età di appena 18 anni, al Poligono di tiro di Bologna assieme ad altri 11 antifascisti e partigiani. Dall’altro lato della piazza, di fronte al Palazzo Comunale, si trova il Monumento ai Caduti della Prima e della Seconda Guerra Mondiale, una stele in marmo e bronzo realizzata nel 1923 in memoria delle vittime dei due conflitti, i cui nomi sono stati aggiunti nel secondo dopoguerra. Tra il Palazzo Comunale e la chiesa, vediamo aprirsi il verde di parco 2 Agosto, con il suo “molo urbano”.

Dove

Piazza Bracci

Piazza Bracci - San Lazzaro di Savena
40068 - Italia

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

18-01-2022 18:01

Questa pagina ti è stata utile?