VOLONTARIATO IN EUROPA E NEL MONDO

ultima modifica 21/05/2018 12:31

SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO

Il Servizio Volontario Europeo (SVE) ti offre la possibilità di fare volontariato, contribuendo al lavoro quotidiano delle organizzazioni che ti ospitano nei paesi esteri, seguendo progetti legati a vari ambiti: culturale, ambientale, dell'assistenza sociale, della protezione civile, della cooperazione allo sviluppo e molti altri.

Non sono richieste qualifiche, esperienze specifiche o particolari conoscenze linguistiche. Devi però avere la residenza legale in un Paese del Programma o in un Paese Partner e un'età compresa tra i 17 e i 30 anni.

Consulta il dabatase per il Servizio Volontario Europeo per trovare gli enti italiani che si occupano di raccogliere le adesioni di ragazze e ragazzi interessati e per guardare meglio i vari progetti.

Ti verrà garantita la copertura di parte delle spese di viaggio, del costo per vitto, alloggio e trasporto locale e riceverai inoltre un piccolo pocket money mensile che varia in base al Paese in cui ti andrai a trasferire.

Il Servizio Volontario Europeo è un progetto di mobilità del programma europeo Erasmus Plus.

 

Associazioni e ONG - Campi di lavoro

Il campo di lavoro è un’esperienza di volontariato di breve periodo (in genere 10-15 giorni) in Italia o all’estero, che permette di svolgere delle attività in settori quali ambiente, archeologia,cultura, servizi sociali, non–violenza e difesa dei diritti umani. Le attività da svolgere in un campo di lavoro possono essere molto varie e dipendono dal progetto e dagli scopi che il campo si propone.

Il numero dei partecipanti a un campo varia tra i 10 e i 20. Solitamente i campi sono riservati ai maggiori di 18 anni, ma ve ne sono alcuni a cui possono partecipare anche minorenni.

In genere, ai partecipanti non è richiesto nessun requisito particolare se non un interesse per il tema del campo, la predisposizione al lavoro di gruppo e alla vita in comunità.

Per i campi all’estero è richiesta una minima conoscenza della lingua inglese o, in alcuni casi, della lingua del Paese in cui si svolge il campo.

Attenzione! Il campo di lavoro non è una vacanza ma nemmeno un lavoro retribuito: in genere si lavora dalle 4 alle 8 ore giornaliere, mentre il resto del tempo è dedicato ad attività di animazione, escursioni, visite, incontri con la popolazione e le associazioni locali.


Come si partecipa

Per partecipare a un campo è bene informarsi direttamente presso le associazioni o le cooperative di volontariato che li organizzano. In generale, è bene ricordare che:

  • le spese di viaggio e una quota di iscrizione (assicurazione compresa)sono a carico del volontario, mentre l’associazione offre in genere vitto e alloggio (in tenda, palestra o camerata con altre persone);
  • a seconda dei casi, le escursioni previste durante il periodo di permanenza nel campo possono essere comprese o meno nella quota di iscrizione;
  • alcune associazioni richiedono il pagamento di una quota per prenotare un posto nel campo prescelto e distribuiscono i posti in ordine di arrivo delle quote.

È bene ricordarsi di verificare sempre quali siano le necessità indispensabili non fornite dall’organizzazione (sacco a pelo, guanti da lavoro, abbigliamento adatto, ecc.).

A chi rivolgersi

Ecco alcuni elenchi di associazioni e ONG che organizzano campi di lavoro:

 

WORKAWAY

Workaway è un’associazione che opera secondo un semplice principio di scambio: tu fai qualcosa per qualcuno in cambio di vitto e alloggio.

Opera su 5 continenti e ce n’è davvero per tutti i gusti: che tu preferisca lavorare presso un ostello nella Patagonia cilena, aiutare una ONG che lavora con i bambini in Uganda, o ancora fare il baby sitter per una famiglia negli Stati Uniti o aiutare in cucina in un ristorante alle Fiji, troverai sicuramente il lavoro più adatto alle tue esigenze.

DOVE TROVO LE OPPORTUNITA’?
Sul database di WorkAway le organizzazioni e i privati che intendono ospitare dei volontari pubblicano l’offerta specificando le ore di lavoro, i compiti e le mansioni, e la sistemazione che viene offerta in cambio del lavoro.
Non occorre essere iscritti a WorkAway per consultare il database, ma se si vuole contattare una host organization e accordarsi bisogna iscriversi.
QUALI SONO I COSTI?
L’iscrizione a WorkAway costa 23 euro per un periodo di 2 anni, e 30 euro per le coppie di amici o fidanzati che intendano viaggiare e lavorare insieme.
I costi di trasporto sono a proprio carico, mentre vitto e alloggio vengono offerti da chi vi ospita.
COME FUNZIONA?
Normalmente si lavora 5 ore al giorno da lunedì al venerdì, ma in realtà non esiste una regola fissa e ci si può accordare in maniera diversa.
La durata è varia, ma normalmente si va da un minimo di una settimana ad un massimo di un mese.
REQUISITI
Non ce ne sono!
Si può partecipare da soli, in coppia o anche in famiglia, basta accordarsi con la famiglia ospitante!
Certo è consigliabile conoscere almeno la lingua inglese per potersi inserire più facilmente, ma non è fondamentale.
COME FARE PER PARTECIPARE?
Per partecipare basta consultare il database https://www.workaway.info/ e scegliere uno o più progetti che ci interessano.
Una volta effettuata l’iscrizione si potranno contattare gli host e accordarsi direttamente con loro!

WWOOFF

L’acronimo vuole indicare World Wide Opportunity on Organic Farms, cioè un’opportunità di volontariato presso fattorie biologiche che vi permetterà di sperimentare lavoro autentico nei campi e villaggi, il tutto con vitto e alloggio incluso.
CHE COS’È?
WWOOF è un’organizzazione che mette in contatto le fattorie biologiche con chi voglia offrire il proprio aiuto in cambio di vitto e alloggio. Questo permette a persone che vivono realtà urbane di immergersi nella scelta dell’agricoltura biologica nel proprio paese o all’estero.
QUALI SONO LE CARATTERISTICHE?
Le fattorie variano: dalla grande azienda biologica; l’agriturismo; l’azienda biologica a conduzione familiare; alla casa in campagna con l’orto biologico; ecovillaggi; e così via. La durata varia da progetto a progetto, ma solitamente si tratta di una o tre settimane.
I lavori usualmente proposti sono vari:    
Occuparsi degli animali ( pulirli, sistemare il loro ambiente, etc… )
Occuparsi dell’orto ( seminare, bagnare, raccogliere, tagliare, etc… )
Costruire abitazioni in bioedilizia o ristrutturale, dipingere…
Costruire o sistemare recinti, corsi d’acqua e attrezzature
Preparare e sistemare stanze per gli ospiti
Preparare cibi di produzione della fattoria; cucinare per la famiglia e i volontari
COSTI
Per poter contattare gli HOST vi verrà chiesto di versare una quota annua, che varia da paese in paese, ma che è generalmente compresa entro i 50€.
COME FARE PER PARTECIPARE?
Per partecipare basta scegliere il paese dove volete recarvi dal sito globale http://www.wwoof.net/ e andare sul sito WWOOF specifico del paese che avete scelto.
Valuta questo sito