Strumenti personali

Sezioni

Indagine di mercato per ricerca immobile per locazione passiva a uso ufficio pubblico, da adibire a sede del Centro per l'Impiego

ultima modifica 25/03/2019 09:11
L'offerta dovrà pervenire entro martedì 23 aprile 2019

Descrizione della gara

L'Amministrazione intende ricercare in locazione un immobile a uso ufficio pubblico, da adibire a sede del Centro per l’impiego, della durata di anni sei più sei.

vai ad inizio pagina ↑

Presentazione della Domanda

Requisiti del richiedente

Chi presenterà un'offerta, dovrà disporre di un immobile con le seguenti caratteristiche:

  1. ubicazione nel territorio comunale di San Lazzaro di Savena, preferibilmente in zona capoluogo
  2. superficie utile compresa tra 200 e 300 mq
  3. predisporre un numero totale indicativo di 12 postazioni fisse di cui otto postazioni fisse idonee per colloqui individuali
  4. disporre di uno spazio dedicato all’informazione /accoglienza/rilascio certificazioni con zona attesa e consultazione annessa (35-40 mq) in grado di contenere almeno 4 postazioni
  5. disporre di uno spazio idoneo per incontri di gruppo fino a 15 persone (requisito facoltativo)
  6. servizi igienici per il pubblico e per i dipendenti (opportunamente separati e conformi alle normative di superamento delle barriere architettoniche)
  7. disporre di un locale server, di un deposito per il materiale delle pulizie ed un piccolo locale/spazio archivio
  8. i locali devono essere dotati di riscaldamento e di condizionamento, preferibilmente autonomo
  9. efficienza degli impianti: gli spazi locati dovranno essere dotati di impianti certificati in conformità alla normativa vigente ed interamente cablati ( c.d. “cablaggio strutturato”: cavi secondo la categoria prevista dalla normativa vigente, fonia, corrente elettrica di supporto ai PC, etc…), così da poter essere immediatamente fruibili rispetto all’uso prefissato. In mancanza, si chiede all’offerente di manifestare sin d’ora la disponibilità a realizzare, a propria cura e spese, ogni attività di cablaggio che dovesse rendersi necessaria a rendere l’immobile idoneo alla specifica destinazione d’uso
  10. autonomia funzionale e limitati spazi condominiali
  11. razionale distribuzione dei locali, posti possibilmente su di un unico piano fuori-terra
  12. presenza, preferibilmente, di agevoli collegamenti con le principali vie di comunicazione, in ambito adeguatamente servito da mezzi pubblici;
  13. adeguata disponibilità, preferibilmente nelle immediate vicinanze, di parcheggi pubblici
  14. destinazione ad uso “ufficio pubblico” e rispondenza alle prescrizioni dello strumento urbanistico
  15. sovraccarico per i solai delle zone ufficio e delle zone archivio rispondente ai requisiti di legge
  16. conformità alla Regola Tecnica di prevenzione incendi approvata con D.M. del 22 febbraio 2006 (G.U. 02/03/2006 n.51) e certificazione ai sensi del D.M. 18.02.1982 in merito alla prevenzione incendi;
  17. rispondenza alle norme in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro ( D.Lgs 81/2008)
  18. conformità alla normativa vigente riguardante il risparmio energetico ( legge 10/1991, D.Lgs 192/2005, D.Lgs 311/2006, D.P.R. 59/2009, D.M. 26 giugno 2009 e s.m.i.)
  19. rispondenza alle prescrizioni di cui al D. Lgs 503/1996 ed alla normativa vigente in materia di eliminazione delle barriere architettoniche
  20. conformità dell’immobile alla normativa vigente in materia edilizia, urbanistica ed ambientale, ed in particolare regolarità urbanistica e conformità della destinazione d’uso allo strumento urbanistico vigente
  21. conformità degli impianti tecnici alle norme vigenti

Documenti da presentare

La busta dovrà recare all’esterno la dicitura “Ricerca immobile in locazione da destinare a sede del Centro per l’impiego del Comune di San Lazzaro di Savena – Offerta” e dovrà contenere due buste, anche esse chiuse all’interno con i mezzi più idonei, con la documentazione di seguito elencata:

BUSTA A) 

  1. Domanda di partecipazione all’indagine di mercato in oggetto utilizzando il modulo denominato ALLEGATO A e il modulo di autocertificazione denominato ALLEGATO B contenente la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del proprietario dell’immobile o del rappresentante legale del soggetto giuridico proprietario, attestante:

a) l’insussistenza dei motivi di esclusione di cui all’art. 80 del D. Lgs. n. 50 del 2016
b) l’assenza dello stato fallimentare, concordato preventivo, liquidazione coatta o amministrazione controllata, ovvero assenza di pendenza di una delle predette procedure, nonché l’assenza di cause impeditive a contrarre con la Pubblica Amministrazione
c) l’assenza di condanne penali o misure di prevenzione o sicurezza per reati contro il patrimonio, la Pubblica Amministrazione o per reati di tipo mafioso. Nel caso di persona giuridica il requisito deve riguardare il legale rappresentante e i soggetti amministratori
d) che non esistono eventuali altri procedimenti penali in corso per i reati di cui al capo I del Titolo II del Libro II del codice penale (in caso contrario indicare la presenza di eventuali procedimenti penali in corso)
e) insussistenza dei motivi di esclusione di cui al comma 16 – ter dell’art. 53 del D. Lgs. n. 165 del 2001
2. titolo di proprietà dell’immobile o di legittimazione alla sua locazione e visure storiche catastali aggiornate
3. relazione particolareggiata tecnico-descrittiva, inerente alle caratteristiche costruttive dell’immobile, con particolare riferimento ad ubicazione, epoca di costruzione, dati catastali, struttura, nonché con la descrizione dei materiali, della finitura, delle dotazioni tecnologiche ed impiantistiche
4. elaborato planimetrico dell’immobile, in idonea scala grafica e opportunamente quotato (possibilmente anche con copia in formato elettronico), sottoscritto da un professionista abilitato
5. dichiarazione asseverata rilasciata da un tecnico incaricato dalla proprietà e regolarmente iscritto all’Albo Professionale attestante che:

  • l’immobile è rispondente alle prescrizioni di cui all’allegato IV del D.Lgs. 81/08 e s.m.i., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • gli impianti a servizio dell’immobile sono conformi alla previsioni della Legge 46/90 e del D.M. 37/2008 e s.m.i.;
  • l’immobile è conforme alla normativa vigente in materia di superamento delle barriere architettoniche ( L. 13/89 e s.m.i.);
  • l’immobile ha destinazione ufficio e che tale destinazione è legittima sotto il profilo urbanistico-edilizio, come risulta dal relativo titolo abilitativi (permesso di costruire, concessione edilizia, DIA, ecc.);
    6. certificato prevenzione incendi rilasciato dai Vigili del Fuoco e, qualora non dovuto, dichiarazione attestante che l’attività stessa non è soggetta alle visite ed ai controlli afferenti alla prevenzione incendi;
    7. visura riportante gli estremi identificativi dell’immobile risultanti al Catasto Fabbricati e/o contestuale dichiarazione con la quale la proprietà si impegna ad accatastare l’immobile al Catasto Fabbricati del comune di San Lazzaro di Savena con categoria B/4 (Uffici pubblici)
    8. certificato di agibilità e di destinazione d’uso attuale
    9. attestazione di certificazione energetica, fornita dalla proprietà, con l’indicazione del grado di efficienza energetica dell’edificio come previsto dal D.Lgs 192/2005 e s.m.i. e dal D.M. 26/06/2009
    10. documentazione fotografica
    11. verifiche sismiche previste dal O.P.C.M. 3274/2003
    12. documentazione attestante l’assenza di cause impeditive della proprietà a contrarre con la Pubblica Amministrazione ai sensi della normativa vigente
    13. dichiarazione di disponibilità a consentire all’Amministrazione Comunale di eseguire a propria cura e spese eventuali interventi di manutenzione straordinaria che si rendessero necessari per l’adeguamento dei locali all’uso previsto

In luogo della suddetta documentazione, possono essere prodotte copie informali dei rispettivi certificati/attestazioni/elaborati tecnici, congiuntamente ad un’opportuna dichiarazione sostitutiva sulla sussistenza di tutti i requisiti sopra indicati, contenente altresì l’impegno a produrre successivamente la documentazione stessa, nelle forme previste, a richiesta dell’Amministrazione. La citata dichiarazione, se presentata, deve essere resa ai sensi e per gli effetti del DPR 445/2000 e s.m.i., sottoscritta dal soggetto munito dei necessari poteri ed unita a copia fotostatica di un valido documento d’identità del dichiarante stesso.

L’Amministrazione Comunale, a suo insindacabile giudizio, si riserva, in ogni caso, il diritto di richiedere eventuale ulteriore documentazione ritenuta utile e/o necessaria ai fini dell’esame delle offerte. L’Amministrazione Comunale si riserva, altresì, la facoltà di esaminare proposte di immobili o porzioni di immobili per i quali la proprietà si impegna a realizzare, a propria cura e spese, le opere necessarie a rendere l’immobile conforme alle disposizioni di legge, alle caratteristiche essenziali previste dal presente Avviso, entro il termine di 3 (tre) mesi dall’accettazione del canone nella misura congruita dall’Agenzia del Demanio, che sarà formalmente comunicata con nota ufficiale inviata via pec all’indirizzo fornito dalla proprietà.


BUSTA B)

La busta dovrà contenere l’offerta economica utilizzando il modulo denominato ALLEGATO C sottoscritta dal soggetto dotato dei necessari poteri ( persona/e fisica/che e/o eventuale/i rappresentante/i di persona giuridica/che) – unita copia fotostatica di un valido documento d’identità del firmatario – con indicazione dell’importo del canone annuo di locazione dell’immobile proposto al netto dell’I.V.A., corredata da relazione tecnico-estimativa a giustificazione del canone richiesto;

La proprietà dovrà, inoltre, assicurare la propria disponibilità ad accettare il canone di locazione che sarà ritenuto congruo dall’Agenzia del Demanio, ridotto del 15% in ossequio a quanto disposto dall’art.3 d.l. n.95/2012, successivamente convertito in l.n.135/2012.

L’operazione di acquisizione in locazione dell’immobile prescelto, con la conseguente sottoscrizione del contratto di locazione, potrà essere conclusa esclusivamente allorquando l’Agenzia del Demanio, interessata dall’Amministrazione, avrà espresso il proprio nulla osta, ai sensi delle norme vigenti.
A tal fine, l’Agenzia del Demanio potrà richiedere la documentazione ritenuta necessaria.


Modalità di presentazione e di consegna

consegna diretta all'Ufficio per le Relazioni con il Pubblico negli orari di apertura al pubblico, spedizione mediante raccomandata con avviso di ricevimento

Scadenza per la presentazione

martedì 23 aprile 2019

vai ad inizio pagina ↑

Dove rivolgersi

Telefono051 622 8004 - 8005 Email@ Politiche abitative e Patrimonio Fax051 622 8283

Riferimenti

Referenti per le informazioni

Anna Maria Tudisco
Valuta questo sito