Indicatore di tempestività dei pagamenti

ultima modifica 17/07/2020 10:39
Riferimento normativo: art.33 D.Lgs. n. 33/2013

2020

  • 1° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 1° trimestre dell'anno 2020 è -1,92
  • 2° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 2° trimestre dell'anno 2020 è -2,29

 

2019

  • 1° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 1° trimestre dell'anno 2019 è 1,68
  • 2° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 2° trimestre dell'anno 2019 è 2,85
  • 3 °  trimestre -  L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 3° trimestre dell'anno 2019 è  di - 4,57 
  • 4° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 4° trimestre dell'anno 2019 è  di - 8,49

L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito all'anno 2019 è pari a  -0,79 ( calcolato ai sensi dell'art. 1 comma 859 e segg. della L. 145/2018)


 

2018

  • 1° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 1° trimestre dell'anno 2018 è 7,97
  • 2° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 2° trimestre dell'anno 2018 è 12,00
  • 3° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 3° trimestre dell'anno 2018 è 10,33
  • 4° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 4° trimestre dell'anno 2018 è  5,34
  • indicatore medio annuale - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito all'anno 2018 è 8,93

2017

  • 1° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 1° trimestre dell'anno 2017 è 43,49
  • 2° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 2° trimestre dell'anno 2017 è 23,83
  • 3° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 3° trimestre dell'anno 2017 è 11,43
  • 4° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 4° trimestre dell'anno 2017 è 8,84
  • indicatore medio annuale - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito all'anno 2017 è 18,48

2016

  • 1° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 1° trimestre dell'anno 2016 è 15,64
  • 2° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 2° trimestre dell'anno 2016 è 27,85
  • 3° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 3° trimestre dell'anno 2016 è 22,39
  • 4° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 4° trimestre dell'anno 2016 è 17,24
  • indicatore medio annuale - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito all'anno 2016 è 20,92 

2015

  • 1° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 1° trimestre dell'anno 2015 è 24,48
  • 2° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 2° trimestre dell'anno 2015 è 14,20
  • 3° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 3° trimestre dell'anno 2015 è 17,19
  • 4° trimestre - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito al 4° trimestre dell'anno 2015 è 18,05
  • indicatore medio annuale - L'indicatore di tempestività dei pagamenti riferito all'anno 2015 è 15,43

2014

I criteri adottati per il calcolo dell’indicatore sono i seguenti:

  • il periodo di riferimento è l’esercizio finanziario 2014;
  • i pagamenti riguardano acquisti di beni servizi e forniture sia di parte corrente che di parte capitale;
  • il tempo di pagamento è stato calcolato ai sensi dell'art. 9 comma 3 del D.P.C.M. 22 Settembre 2014  per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l'importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento.

L’ente nell’anno 2014 ha effettuato pagamenti con termini concordati con i fornitori di 30, 60 o 90 giorni.

L’indicatore risultante è 39,89.

2012

I criteri adottati per il calcolo dell’indicatore sono i seguenti:

  • il periodo di riferimento è l’esercizio finanziario 2012
  • i pagamenti riguardano acquisti di beni servizi e forniture effettuati sul titolo I di spesa (spese correnti)
  • il tempo di pagamento va inteso come differenza tra la data di arrivo della fattura e la data di emissione del mandato di pagamento

L’ente nell’anno 2012 ha effettuato pagamenti con termini concordati con i fornitori di 30, 60 o 90 giorni. L’indicatore risultante è pari a 51 giorni

Vedi anche

Misure organizzative per la tempestività dei pagamenti

Valuta questo sito