FOR IMMEDIATE RELEASE

I parchi di San Lazzaro si preparano alla bella stagione

ultima modifica 03/01/2019 12:01
Campi da calcio, da tennis e piste di pattinaggio rimesse a nuovo nel capoluogo e alla Ponticella
San Lazzaro di Savena 23/01/2018

 

I parchi di San Lazzaro si preparano alla bella stagione con una serie di interventi che vanno a migliorare la qualità delle infrastrutture presenti. Nel corso dell’inverno sono infatti stati effettuati alcuni lavori di manutenzione in particolare al parco della Resistenza e alla Ponticella.


Ad essere rimessi a nuovo, nel parco principale del capoluogo, sono stati la pista di pattinaggio esterna e i campi da tennis. Sono infatti stati ultimati nei mesi scorsi i lavori di rifacimento della pavimentazione della pista, mentre alla ringhiera esterna sono stati aggiunti due cancellini di accesso per rendere la zona più sicura per piccoli e grandi pattinatori. Asfalto completamente rifatto anche nei campi da tennis del parco della Resistenza, che ora si presentano in perfette condizioni e con una rete nuova di zecca per il tennis doppio.


A proposito di rete: è stata completamente rifatta anche la recinzione esterna del campo da calcio delle scuole Don Milani, alla Ponticella. La rete era stata più volte presa di mira da vandali e malintenzionati, che la avevano tagliata in più punti. Per mettere fine a questi disagi, il Comune ha fatto sostituire la recinzione con una rete rigida e rinforzata, che non può essere tagliata dalle normali tronchesi, mettendo la parola fine ai danneggiamenti nella zona.


“Con questi interventi vogliamo essere pronti per la bella stagione – spiega il sindaco Isabella Conti -, per offrire a tutti gli utenti dei nostri parchi, adulti e bambini, delle strutture belle, sicure e sempre in ottime condizioni. Teniamo costantemente monitorata la situazione su tutto il territorio, in particolare sulle frazioni, per ulteriori interventi che valorizzino le aree verdi e i luoghi della socialità. Vogliamo dare ai ragazzi luoghi sempre più belli che generino ricordi positivi per quando saranno grandi, e che dimostrino l’interesse delle istituzioni nei confronti delle nuove generazioni e del loro benessere”.

archiviato sotto: ,
Valuta questo sito