Strumenti personali

Sezioni

Asili nido: a San Lazzaro sono gratuiti da quest'anno

ultima modifica 19/09/2019 08:31
San Lazzaro è il primo Comune ad abbattere le rette degli asili nido, anche grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna
Asili nido: a San Lazzaro sono gratuiti da quest'anno

Asilo nido

 

Dopo l’annuncio da parte del sindaco Isabella Conti dell’abbattimento delle rette per i nidi comunali a partire dal 2020, è stato possibile anticipare l’entrata in vigore della gratuità all’anno educativo-scolastico 2019/20. Questo grazie al progetto regionale Al nido con la Regione, che prevede una serie di contributi ai Comuni per la riduzione e/o abbattimento delle rette a favore delle famiglie con reddito ISEE inferiore ai 26mila euro.

 

Questo percorso ha avuto inizio nel 2018 quando il Comune di San Lazzaro ha realizzato il primo nido gratuito a Castel de’ Britti: il polo per l’Infanzia 0-6 anni incentrato sull’outdoor education e il metodo montessoriano, Falò (il nome richiama il rito del raccontare storie attorno al fuoco e la condivisione di esperienze in stretto legame con la natura).

 

L’Amministrazione Comunale da allora ha iniziato a progettare la gratuità per tutti i nidi comunali, ritenendo questa misura un importante strumento di sostegno alla genitorialità e di lotta alle diseguaglianze. Il Comune da solo sarebbe riuscito nell’intento solo nel 2020, ma grazie alla sensibilità della Regione sarà possibile realizzare tutti i nidi gratuiti già da settembre 2019.

 

A San Lazzaro sono stati dunque assegnati 159.757 euro di contributo Regionale per l’anno scolastico 2019/20, a cui vanno ad aggiungersi i contributi statali nell’ambito del decreto legislativo n. 65 del 13/04/2017 che prevede una serie di fondi per agevolare l’integrazione degli asili nido nel percorso educativo e didattico. Grazie inoltre a proprie risorse aggiuntive, il Comune di San Lazzaro è riuscito a rendere gratuite le rette degli asili nido comunali a partire da settembre 2019.

 

Per quanto riguarda i nidi convenzionati, verranno riviste le convenzioni per inglobare il contributo regionale e scontare le rette.

 

Il Comune di San Lazzaro non è nuovo a questo tipo di agevolazioni nei confronti delle famiglia: nei due anni precedenti infatti ha rimborsato le rette settembre-dicembre pagate da famiglie su base ISEE (rimborso del 100% per ISEE inferiori ai 15mila euro, al 50% per gli ISEE tra i 15 e i 35mila euro e al 20 % per gli importi superiori), mentre a Castel de’ Britti il polo per l’Infanzia 0-6 anni Falò è stato reso gratuito fin dalla sua apertura.

 

Approfondimenti

La scuola a San Lazzaro

Al nido con la Regione

archiviato sotto: ,
Valuta questo sito