Strumenti personali

Sezioni

Verifica dello stato autorizzativo degli scarichi di acque reflue su tutte le aree non servite da pubblica fognatura

ultima modifica 12/11/2020 09:16
In caso di mancanza dell'autorizzazione si invitano i cittadini e le imprese a regolarizzare quanto prima la propria posizione
Verifica dello stato autorizzativo degli scarichi di acque reflue su tutte le aree non servite da pubblica fognatura

Verifica degli scarichi di acque reflue

Ai sensi dell’art. 124 del D.Lgs 152/2006 tutti gli scarichi devono essere preventivamente autorizzati e, secondo quanto definito dalla D.G.R. 09/06/2003 n. 1053 Emilia-Romagna punto 4.7, i titolari degli scarichi esistenti di acque reflue domestiche derivanti dagli insediamenti / edifici isolati, sono soggetti all’obbligo di richiedere l’autorizzazione allo scarico in conformità al decreto entro il 13 giugno 2003, secondo le modalità e le procedure definite dall’autorità competente.

In merito, il Settore Ambiente del Comune di San Lazzaro di Savena sta avviando una campagna di verifica su tutte le aree del territorio comunale non servite da pubblica fognatura sullo stato autorizzativo degli scarichi di acque reflue.

Si invitano i cittadini e le imprese in caso di mancanza della suddetta autorizzazione a regolarizzare quanto prima la propria posizione.

Si ricorda che la sanzione prevista per scarichi di acque reflue domestiche o di reti fognarie senza autorizzazione va da 6.000 a 60.000 €. Nell’ipotesi di scarichi relativi ad edifici isolati adibiti ad uso abitativo la sanzione è da 600 a 3.000 €.

Si ricorda che l’obbligo di richiesta di autorizzazione allo scarico riguarda:
• Nuove costruzioni
• Ristrutturazioni o manutenzioni di edifici esistenti
• Vecchi fabbricati con licenza edilizia che non hanno richiesto l’autorizzazione allo scarico in conformità al decreto entro il 13 giugno 2003.

Qui è possibile prendere visione e scaricare la documentazione necessaria al rilascio dell’autorizzazione allo scarico di acque reflue di tipo domestico non recapitate in pubblica fognatura.

Valuta questo sito