Strumenti personali

Sezioni

Contratti di affitto a canone concordato

ultima modifica 21/01/2020 11:55

Descrizione del servizio

Novità

E' stato rinnovato  l’Accordo Territoriale relativo ai contratti di locazione a canone concordato in attuazione della Legge 9 dicembre 1998 n. 431.

Si tratta di un importante atto che stabilisce regole condivise e parametri trasparenti per l’applicazione dei contratti di locazione residenziale.
L’Accordo tra Sindacati degli Inquilini e Associazioni di Proprietari entrerà in vigore il 9 ottobre 2017 e avrà durata triennale

 

Il contratto di affitto a canone concordato è una particolare forma di contratto di locazione (prevista dalla normativa in materia di affitti, la legge 431 del 1998) in cui gli importi massimi e minimi dei canoni sono stabiliti a livello locale attraverso la contrattazione tra sindacati degli inquilini e associazioni dei proprietari, sulla base delle caratteristiche dell'alloggio, della zona dove è situato e del numero degli occupanti.

Vantaggi
Perché sono vantaggiosi questi contratti? Perché adottarli consente di usufruire di significativi benefici fiscali, tanto per il proprietario che per l'inquilino.

Il Comune di San Lazzaro ha applicato l'aliquota dello 0,86% per gli immobili affittati dai proprietari, a canone concordato, a titolo di abitazione principale. In questo caso è necessario compilare il modulo per l'applicazione delle aliquote IMU (il nuovo modulo è in corso di predisposizione).

I benefici fiscali si applicano in misura rapportata al periodo di utilizzazione dell'immobile in base ad uno dei predetti contratti.

Gli accordi stipulati tra le associazioni di categoria, unitamente alla tabella dei parametri da utilizzare per il calcolo, sono scaricabili dalla seguente pagina oppure disponibili presso l'Ufficio per le Relazioni con il Pubblico.

Le Associazioni di categoria e l'Agenzia Metropolitana per l'Affitto sono in grado di assistere gli associati per redazione e registrazione dei contratti stessi.

Ulteriori informazioni sui contratti a canone concordato sono inoltre reperibili dal sito della Città Metropolitana di Bologna (vedi approfondimenti).

vai ad inizio pagina ↑

Navigazione

Tasse e tributi
Valuta questo sito