Tassa sui rifiuti - TARI

ultima modifica 30/11/2021 13:21

Nuove disposizioni in materia di classificazione dei rifiuti urbani D.Lgs. 116/2020

Dal 1° gennaio 2021 sono entrate in vigore alcune modifiche al Testo Unico dell’Ambiente (D. Lgs. 152/2006) per effetto del D. Lgs. 116/2020. In particolare, con effetto dal 1° gennaio 2022 alle Utenze Non Domestiche è concesso avvalersi per la raccolta dei propri rifiuti urbani del servizio di un soggetto privato, in luogo del servizio pubblico.

La scelta di non avvalersi del servizio pubblico deve essere comunicata entro i termini definiti dal legislatore con l’apposito modulo al Comune, entro il 30 giugno di ciascun anno, con effetto dal 1° gennaio dell’anno successivo. Solo per l’anno 2021 la scelta, comunicata entro il 31 maggio, ha effetto dal 1° gennaio 2022.

In mancanza di comunicazione, si riterrà confermata la situazione attuale relativamente ai servizi erogati.

Descrizione del servizio

La Legge n. 27.12.2019 n. 160 ha abolito, a decorrere dal 1° gennaio 2020, la IUC ad eccezione delle disposizioni relative alla tassa sui rifiuti che rimane disciplinata dalla Legge 27.12.2013 n. 147 commi da 639 a 705 e dal regolamento TARI.

La bollettazione TARI 2021 contiene già le agevolazioni covid-19 deliberate dal Consiglio Comunale tenutosi in data 30/06/2021, salvo i casi in cui è necessario presentare apposita istanza:

- utenze domestiche: è introdotta una agevolazione TARI 2021 a favore dei nuclei familiari residenti nel Comune di San Lazzaro di Savena regolarmente iscritti in tassa più esposti agli effetti economici derivanti dal permanere dell'emergenza epidemiologica COVID-19 in quanto già ritenuti idonei ad usufruire dalle misure di sostegno di cui alla Deliberazione di Giunta Comunale n. 225 del 16/12/2020 (relativa all’erogazione dei buoni spesa per generi alimentari e prodotti di prima necessità) ovvero che verranno ritenuti idonei in seguito a presentazione di apposita istanza da presentarsi entro il termine di pagamento della prima rata, in quanto in possesso di ISEE corrente in corso di validità dal quale emergano effetti economici negativi a causa di eventi causali, anche temporanei, generati dell'emergenza COVID-19 secondo l’articolazione definita dal Regolamento TARI per l’anno 2021. La misura è concessa entro un minore gettito di 50.000,00 euro;

- utenze non domestiche: è introdotta una agevolazione TARI 2021, modulata in fasce percentuali, per per le categorie di utenze non domestiche, regolarmente iscritte in tassa, che a causa dell’emergenza sanitaria sono state direttamente assoggettate a provvedimenti nazionali e/o regionali COVID-19 di sospensione o di limitazione della tipologia di attività prevalente esercitabile o abbiano subito anche indirettamente le conseguenze di tali sospensioni.

Si comunica inoltre che dal 2021 la percentuale di agevolazione per riciclo dei rifiuti urbani a favore delle utenze non domestiche (fino al 2020 limitata al massimo al 15%) viene consentito fino al limite massimo della quota variabile della tariffa (avendo il Comune di San Lazzaro una tariffa monomia, la parte variabile della tari è determinata rapportando la tariffa al valore della parte variabile del PEF, secondo i criteri definiti da ARERA. In base a tale criterio circa il 60% rappresenta quota variabile ed il 40% quota fissa) e che la percentuale di agevolazione per compostaggio domestico passa dal 10% di riduzione tariffaria al 20%.

Si riportano di seguito gli atti contenenti la disciplina TARI 2021:


Si riportano altresì le tariffe TARI 2020 con le seguenti delibere di consiglio comunale utilizzate per il calcolo del dovuto della rata con scadenza 02/09/2021 come previsto dalle vigenti disposizioni normative:

 

Soggetti tenuti al versamento TARI

La TARI è dovuta da chiunque, persona fisica o giuridica, a qualsiasi titolo possiede o detiene locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibite, suscettibili di produrre rifiuti urbani e assimilati. In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria. In caso di utilizzi temporanei di durata non superiore a sei mesi, anche non continuativi, nel corso dello stesso anno solare, il tributo è dovuto soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, superficie.

Nel caso di locali in multiproprietà e di centri commerciali integrati il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento del tributo dovuto per i locali ed aree scoperte di uso comune e per i locali ed aree scoperte in uso esclusivo ai singoli occupanti o detentori, fermi restando nei confronti di questi ultimi, gli altri obblighi o diritti derivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree in uso esclusivo. Il soggetto che gestisce i servizi comuni è tenuto alla presentazione della dichiarazione iniziale, di variazione o di cessazione relativa alle superfici dei locali ed aree ad uso comune, nonché di quelle utilizzate in forma esclusiva.

Sono escluse dal tributo le aree scoperte pertinenziali o accessorie a civili abitazione, quali balconi e le terrazze scoperte, i posti auto scoperti, i cortili, i giardini e i parchi e le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative.

Per le parti comuni condominiali di cui all’articolo 1117 del codice civile, utilizzate in via esclusiva, il tributo è dovuto dagli occupanti o conduttori delle medesime.

 

Scadenze e modalità di versamento

La TARI 2021 sarà riscossa in due rate con scadenza 02/09/2021 e 02/12/2021.

Al fine di supportare i contribuenti si prevede la trasmissione della relativa bollettazione corredata del modello F24 precompilato almeno due settimane prima della prima scadenza utile mediante unica emissione. Il contribuente, salvo problemi tecnici eccezionali, avrà la possibilità di consultare l'avviso tari 2021 anche on line mediante canale spid ed in caso di mancato ricevimento della bolletta potrà chiedere un duplicato dell’avviso mediante la mail La trasmissione avverrà con posta ordinaria.

Si invita il contribuente ad attivarsi tempestivamente entro la data della prima scadenza utile per il pagamento contattando il Settore Entrate del Comune di San Lazzaro di Savena, al fine di ricevere dall’Ufficio la documentazione necessaria al pagamento qualora non la ricevesse tramite il servizio postale.

Il pagamento con F24 potrà essere effettuato presso gli istituti postali o bancari e potranno essere utilizzate le modalità di pagamento offerte dai servizi elettronici di incasso e di pagamento interbancari e postali

 

Come attivarla o cessarla

Ogni soggetto passivo TARI ha l’obbligo di  presentare la dichiarazione delle superfici utili ai fini tassa rifiuti nonché le successive variazioni e/o cessazioni, utilizzando la modulistica predisposta dall’Ufficio, scaricabile a fondo pagina, entro 90 giorni dall’inizio o cessazione o variazione del possesso, detenzione di locali ed aree.

 Esclusioni, riduzioni e agevolazioni   

Le esclusioni, le riduzioni e le agevolazioni relative alla TARI 2021, le particolari agevolazioni connesse al COVID19, nonché le modalità presentare le dovute richieste o comunicazioni alle prescritte scadenze sono riportate negli atti deliberativi pubblicati nella presente pagina o nella Guida Tari 2021


 Istanza di  autotutela per  il pagamento della TARI

Per l'istanza in autotutela della tassa sui rifiuti, in alternativa alla modulistica cartacea allegata, è possibile compilare il modulo on line accessibile ai seguenti link:

Presentazione della Domanda

La modulistica può essere presentata con una delle seguenti modalità:

  • spedizione per posta, a mezzo raccomandata a.r., indirizzandola al Comune di San Lazzaro di Savena, Settore Entrate - Piazza Bracci 1 - 40068 San Lazzaro di Savena
  • via PEC all'indirizzo comune.sanlazzaro@cert.provincia.bo.it
  • via fax allo 051 622 8283
  • consegna allo Sportello per il cittadino 

 

Violazione degli obblighi di pagamento o dichiarativi

Qualora non venga effettuato spontaneamente il pagamento entro le scadenze previste e comunque entro e non oltre la data di scadenza dell’ultima rata (16/12/2020), o con ravvedimento operoso, verrà notificato un avviso di accertamento per omesso o insufficiente pagamento immediatamente esecutivo, da versare in unica rata entro 60 giorni dalla ricezione, con addebito delle sanzioni, delle spese di notifica e con applicazione degli interessi di legge a decorrere dal giorno successivo alla scadenza della terza rata.

Il medesimo procedimento di accertamento sarà attivato in caso di omessa presentazione della dichiarazione sulla tassa rifiuti o di dichiarazione infedele.

 

Smarrimenti, mancato ricevimento, rettifiche, segnalazioni o reclami

In caso di smarrimento, o di non ricevimento, dell'avviso di pagamento o del modello di pagamento, il contribuente è tenuto a richiederne un duplicato al Settore Entrate, anche via e-mail all'indirizzo: tari@comune.sanlazzaro.bo.it

In caso di errori e/o dati non aggiornati relativi alla propria posizione TARI o per eventuali rettifiche o reclami è possibile rivolgersi al Settore Entrate - Ufficio Tari con l’opportuna documentazione.

Il medesimo ufficio fornirà indicazioni in merito alla situazione dei pagamenti del contribuente richiedente

vai ad inizio pagina ↑

Normativa di riferimento

Modulistica da scaricare

Documentazione

Navigazione

Tasse e tributi

Dove rivolgersi

Telefono051.622.8141 /8140 /8274 /8294 /8108 /8142 Email@ Settore Entrate - Ufficio Tributi Fax051 622 8283

Riferimenti

Responsabile del procedimento

Barbara Lazzari

Funzionario sostituto
ai sensi della L. 241/'90

Roberta Zucchini
Valuta questo sito