Strumenti personali

Sezioni

Autorizzazione alla potatura di alberi

ultima modifica 17/10/2019 09:27

Descrizione del servizio

E' necessario presentare la domanda di autorizzazione alla potatura di alberi nei casi (eccezionali) in cui tale intervento deve essere effettuato con modalità e per motivazioni difformi da quelle indicate agli artt.4 e 5 del Regolamento.

La potatura di parti vive dell'albero, nei casi diversi da quelli che sotto indicati come esplicitamente ammessi senza alcuna formalità è una procedura che deve essere considerata  eccezionale.

Nel caso si renda necessaria una potatura, con qualsiasi modalità o per qualsiasi scopo, di uno o più esemplari di platano, è necessario contattare direttamente i tecnici del Settore Ambiente o il personale tecnico del Servizio Fitosanitario Regionale (tel. 051/5278222-221).

Interventi che non necessitano di autorizzazione

Non sono sottoposti ad autorizzazione nè a preventiva comunicazione i seguenti interventi, che i proprietari devono anzi effettuare non appena sia necessario

  • taglio dei rami secchi;
  • taglio di vegetazione che si protende sulla sede stradale e su aree pubbliche quali parcheggi, marciapiedi, piste ciclabili, fino ad un'altezza di m. 4 da terra.

Non sono inoltre sottoposti ad autorizzazione nè a comunicazione:

  • in alcun caso, le potature di alberi il cui diametro, misurato ad 1 metro da terra, sia inferiore a 20 cm;
  • le spollonature dei ricacci dal colletto;- la potatura "a sgamollo", esclusivamente sugli esemplari di pioppo cipressino;
  • la potatura "a testa di salice"esclusivamente su esemplari di gelso o salice e con cadenza annuale;
  • sulle latifoglie, le potature eseguite con la tecnica denominata "a tutta cima con taglio di ritorno"
  • su abeti e cedri, le spuntature dei soli rami laterali se eseguite ad un livello in cui i rami hanno un diametro di 3 cm o inferiore, ed in corrispondenza di una biforcazione, in modo tale da non lasciare tronconi di ramo privi di vegetazione apicale;
  • sulle conifere con chioma a palchi, l'asportazione dei palchi inferiori che eventualmente ingombrano il terreno sottostante e che si distaccano dalla porzione di fusto principale che si sviluppano fino ad un'altezza pari ad un terzo dell'altezza totale dell'albero (il taglio del palco deve essere effettuato ad una distanza dal fusto principale compresa tra 1 e 3 cm;
  • sugli esemplari di pino domestico (Pinus pinea, pino ad ombrello), l'eliminazione delle branche che si sviluppano fino alla metà dell'altezza totale dell'albero.

Il periodo in cui è ammessa la potatura delle latifoglie a foglia caduca va dal 15 ottobre al 15 marzo successivo.

Il periodo in cui è ammessa la potatura delle latifoglie sempreverdi va dal 15 agosto al 15 giugno successivo.
Il periodo in cui effettuare la potatura delle conifere va valutato in base a quello che è più opportuno per la singola specie.

vai ad inizio pagina ↑

Presentazione della Domanda

Requisiti del richiedente

La domanda può essere presentata dal proprietario o dall' amministratore condominiale o dal legale rappresentante della proprietà dell'immobile in cui si trovano gli alberi da potare.

Non si accettano domande sottoscritte dai tecnici incaricati dalla proprietà o da singoli condomini.

Documenti da presentare

  • documentazione fotografica
  • documentazione planimetrica: è necessario uno schizzo planimetrico solo qualora occorra individuare tra più alberi, quelli su cui si intenda intervenire
  • relazione specialistica,  necessaria per motivare interventi su numerosi alberi oppure su alberi colpiti da malattia o in precarie condizioni di stabilità; tale relazione deve essere firmata da un professionista qualificato

Modalità di presentazione e di consegna

Per ottenere il rilascio dell'autorizzazione alla potatura di alberi occorre presentare l'apposita domanda,  utilizzando il modulo scaricabile dalla presenta scheda informativa e disponibile anche presso l'Ufficio per le Relazioni con il Pubblico e il Settore Ambiente.

Il modulo può essere consegnato con ua ndelle seguenti modalità:

  • consegna diretta agli sportelli dell'Urp negli orari di apertura al pubblico;
  • spedizione per posta con raccomandata a/r al Settore Ambiente, P.zza Bracci n. 1, 40068, San Lazzaro di Savena

Costi a carico del cittadino e modalità di pagamento

2 marche da bollo da 16,00 euro

vai ad inizio pagina ↑

Risposta

Tempi

Il procedimento si conclude entro 45 giorni dalla presentazione della domanda.

Il termine indicato va considerato valido fatti salvi i tempi necessari ad altri enti per esprimere il loro eventuale parere (art. 16 legge 7 agosto 1990 n. 241).

Modalità

ll ritiro dell'autorizzazione avviene previo invio di comunicazione scritta.

vai ad inizio pagina ↑

Dove rivolgersi

Settore Ambiente

Municipio - piazza Bracci 1 Vedi info e orari
Telefono051 622 8011 Responsabile del Settore, Sportello Energia, Amianto, Cave, Inquinamenti - 8163 Autorizzazioni verde privato, scarichi, fognature - 8032 Orti urbani, Rifiuti, Animali infestanti - 8266 Verde pubblico, giochi Email@ Settore Ambiente Fax051 622 8283

Riferimenti

Responsabile del procedimento

Lorenzo Feltrin

Funzionario sostituto
ai sensi della L. 241/'90

Anna Maria Tudisco
Valuta questo sito