Strumenti personali

Sezioni

Autorizzazione e/o rinnovo allo scarico di acque reflue domestiche non recapitate in pubblica fognatura

ultima modifica 15/10/2019 12:59

Descrizione del servizio

La richiesta di autorizzazione o di rinnovo allo scarico di acque reflue domestiche non recapitate in pubblica fognatura va presentata utilizzando il modulo allegato alla presente scheda e disponibile anche presso:

  • l'Ufficio per le Relazioni con il Pubblico
  • Settore Progetti Ambientali
vai ad inizio pagina ↑

Presentazione della Domanda

Requisiti del richiedente

Essere amministratore o proprietario dell'insediamento

Documenti da presentare

per il rilascio dell'autorizzazione allo scarico delle acque reflue domestiche 

  • modulo di richiesta
  • planimetria della rete fognaria 1:100 o 1:200 indicante la rete fognaria delle acque bianche, la rete delle acque nere, i sistemi di depurazione adottati (fossa Imhoff, pozzetto degrassatore, ossidazione totale ecc...) e i pozzetti di raccordo, di ispezione e campionamento; in planimetria dovrà inoltre essere indicata l’area destinata allo stoccaggio dei rifiuti speciali pericolosi eventualmente prodotti (al fine di verificare l’eventuale incompatibilità tra stoccaggio dei rifiuti e rete fognaria). Ogni copia della planimetria deve essere firmata da tecnico abilitato; iscritto ad Ordine, Albo o Collegio professionale competente per materia;
  • Planimetria catastale insediamento (scala 1:2000), indicante il punto di immissione dello scarico sul suolo o nel reticolo idrografico superficiale relazione tecnico-descrittiva dell’attività e dei cicli tecnologici, con elenco delle materie prime;
  • relazione tecnica, planimetria e sezione dell’impianto di depurazione o del sistema di depurazione adottato in relazione alla natura litologica del terreno e alla presenza di falde acquifere sistemi adottati per lo smaltimento fanghi; nella relazione tecnica dovrà essere indicato anche il calcolo di cui all'art. 36 del Regolamento del Servizio Idrico Integrato, che evidenzi la mancanza di gravitazione idraulica del fabbricato sulla rete fognaria pubblica, oppure i motivi della deroga all'allacciamento alla stessa;
  • relazione geologica/geotecnica riportante la natura del terreno e la quota di falda (esclusivamente in caso di subirrigazione);
  • scheda di rilevamento di scarico di acque reflue domestiche debitamente compilata (allegato 1)
  • concessione /nulla osta dell’Ente Gestore del corpo idrico ricettore;
  • modulo debitamente compilato di impegno al pagamento degli oneri di rilascio del parere
  • per gli scarichi compresi nell'ambito delle zone Sic-Zps, coincidenti con il perimetro del Parco Regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell'Abbadessa, occorre presentare la scheda di prevalutazione d'incidenza e distanza di nullaosta per l'Ente Parco, se non è stato già richiesto direttamente all'Ente Parco. I fac-simili sono scaricabili dal sito dell'Ente per i Parchi e la Biodiversità dell'Emilia-Orientale.

 Per il rinnovo dell'autorizzazione allo scarico delle acque reflue domestiche

  • modulo di richiesta
  • dichiarazione del titolare dello scarico di invarianza rispetto alla precedente autorizzazione, qualora non via siano state modifiche
  •  copia dell’autorizzazione di cui si chiede il rinnovo

Modalità di presentazione e di consegna

La richiesta va presentata in uno dei seguenti modi:

  • consegnandola direttamente agli sportelli dell'Ufficio per le Relazioni con il Pubblico (URP) negli orari di apertura
  •  per posta a mezzo raccomandata A.R. indirizzandola a Comune di San Lazzaro di Savena - Settore Progetti Ambientali - Piazza Bracci n. 1, 40068 San Lazzaro di Savena
  • via PEC all'indirizzo: comune.sanlazzaro@cert.provincia.bo.it

Prima della richiesta di autorizzazione allo scarico occorre presentare la documentazione per l'esecuzione dei lavori tramite pratica edilizia, qualora l'impianto di sub-irrigazione o altro non sia ancora stato costruito.

Numero copie

È necessario presentare una copia in formato cartaceo e una copia in formato elettronico su CD/DVD; la documentazione presentata su formato elettronico su cd o dvd dovrà contenere firme cartacee o digitali

Costi a carico del cittadino e modalità di pagamento

  • 2 marche da bollo di importo come da disposizioni legislative vigenti al momento (una sulla domanda, l'altra sull'autorizzazione in fase di rilascio);
  • eventuali oneri di istruttoria (da quantificare dall'ARPAE) per parere ARPAE.
vai ad inizio pagina ↑

Risposta

Tempi

L'autorizzazione viene rilasciata entro 90 giorni dalla presentazione della domanda (completa degli elaborati richiesti).

Per i rinnovi delle autorizzazioni, entro 90 giorni o entro  il termine di scadenza dell'autorizzazione precedente se maggiore di 90 giorni dalla richiesta

Modalità

Il Settore Progetti Ambientali, una volta verificata la completezza della domanda e acquisiti i pareri necessari, rilascia l'autorizzazione che va ritirata presso l'ufficio, previa comunicazione scritta.

vai ad inizio pagina ↑

Dove rivolgersi

Settore Ambiente

Municipio - piazza Bracci 1 Vedi info e orari
Telefono051 622 8011 Responsabile del Settore, Sportello Energia, Amianto, Cave, Inquinamenti - 8163 Autorizzazioni verde privato, scarichi, fognature - 8032 Orti urbani, Rifiuti, Animali infestanti - 8266 Verde pubblico, giochi Email@ Settore Ambiente Fax051 622 8283

Riferimenti

Responsabile del procedimento

Lorenzo Feltrin

Funzionario sostituto
ai sensi della L. 241/'90

Anna Maria Tudisco
Valuta questo sito