Strumenti personali

Sezioni

Rateizzazione multe e ingiunzioni di pagamento per violazioni del codice della strada - IN AGGIORNAMENTO

ultima modifica 06/12/2018 13:01

Descrizione del servizio

Il Codice della Strada consente la rateizzazione del pagamento delle multe dovuto ai soggetti che versino in condizioni economiche disagiate.

La rateizzazione può essere  richiesta  per una o più violazioni purché accertate  con uno stesso verbale, per un importo complessivo superiore a 200 euro.

A seguito della richiesta di rateizzazione non può essere presentato ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace.

vai ad inizio pagina ↑

Presentazione della Domanda

Chi può presentarla

Per nuclei individuali il valore ISEE è uguale o inferiore a  10.628,16 euro mentre se  l’interessato convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente, compreso il richiedente e i limiti di reddito di cui sopra sono elevati di 1.032,91 euro per ognuno dei familiari conviventi.

Documenti da presentare

  • modulo di richiesta della rateizzazione;
  • copia del verbale di accertamento;
  • documentazione attestante il disagio economico (CUD, 730 o Attestazione Isee).

Modalità di presentazione e di consegna

  • presso gli sportelli URP negli orari di apertura al pubblico;
  • tramite posta indirizzata a Settore Polizia Locale, P.zza Bracci n. 1 -40068 -San Lazzaro di Savena;
  • via fax allo 051 622 8283;
  • via PEC all'indirizzo comune.sanlazzaro@cert.provincia.bo.it

Scadenza per la presentazione

L’istanza deve essere presentata entro trenta giorni dalla data di contestazione o di notificazione della violazione.

vai ad inizio pagina ↑

Risposta

Tempi

La richiesta di rateizzazione si intende respinta se entro il termine di 90 giorni non viene accolta con provvedimento di accoglimento scritto.

Modalità

Sulla base delle condizioni economiche del richiedente e dell’entità della somma da pagare, la Polizia Locale dispone la ripartizione del pagamento fino ad un massimo di:

  • 12 rate se l’importo dovuto non supera euro 2.000;
  • 24 rate se l’importo dovuto non supera euro 5.000;
  • 60 rate se l’importo dovuto supera euro 5.000.

L’importo di ciascuna rata non può essere inferiore a euro 100.

In caso di accoglimento dell’istanza, il comando di Polizia Locale provvede alla verifica del pagamento di ciascuna rata.

In caso di mancato pagamento della prima rata o, successivamente, di due rate, il debitore decade automaticamente dal beneficio della rateizzazione.

In caso di rigetto dell’istanza, il pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria deve avvenire entro trenta giorni dalla notificazione del relativo provvedimento.

Sgravio

Qualora si ritenga infondato l’addebito riportato in una cartella esattoriale è possibile richiederne l’annullamento in autotutela tramite istanza di sgravio.

Lo sgravio può essere richiesto solo per motivi che determinano l’annullamento/archiviazione del verbale di accertamento della violazione; a titolo esemplificativo, si possono individuare le seguenti ipotesi:

a) il veicolo, al momento dell’accertamento della violazione, non era più di proprietà, purchè la vendita si sia perfezionata nelle modalità di legge;

b) il veicolo, al momento dell’accertamento della violazione, risultava rubato;

d) decesso dell’interessato in data successiva alla violazione

e) il pagamento della sanzione è stato effettuato tempestivamente e per circostanze impreviste non sia stato rilevato dagli uffici.

Dilazione di pagamento atto di ingiunzione per mancato pagamento sanzione codice della strada

I verbali di contravvenzione al Codice della Strada che risultino non pagati nei termini, danno luogo all'avvio del processo di riscossione coattiva cui l'Ente provvede secondo la normativa vigente.

In caso di oggettiva e documentata difficoltà economico-finanziaria del debitore, è possibile presentare domanda di dilazione del pagamento  entro il termine di pagamento dell'ingiunzione.

Alla domanda di dilazione deve essere allegata l'attestazione ISEE, che deve essere inferiore a 15.000 euro ovvero  a 20.000 euro qualora i redditi ISEE derivano esclusivamente da lavoro dipendente e/o da pensione.

Per ulteriori informazioni

I contribuenti che necessitano informazioni in merito ad atti di ingiunzione di pagamento relative a verbali della polizia municipale potranno recarsi allo Sportello "accertamenti - ingiunzioni" istituito presso il  Settore Entrate Piazza Bracci, 1 – piano terra, esclusivamente nel seguente orario:
  • lunedì dalle 9.00 alle 13.00;
  • martedì dalle 14.30 alle 17.00.


Le informazioni telefoniche potranno essere richieste da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 18.00 ai seguenti numeri telefonici: 800 213 036 (gratuito da numero fisso) e 199 179 964 (a pagamento da cellulare).

Per informazioni relative ai verbali oggetto di ingiunzione i cittadini dovranno recarsi presso lo sportello della Polizia Locale in via Salvo d'Acquisto 12 nel seguente orario:

  • lunedì dalle 9.00 alle 13.00;
  • martedì dalle 14.30 alle 17.00.
I contatti per le relative informazioni sono:
  • fax: 051/622.8283;
  • mail: verbalipm@comune.sanlazzaro.bo.it – PEC: poliziamunicipale.sanlazzaro@cert.provincia.bo.it
  • tel. 051 622 8122.
vai ad inizio pagina ↑

Dove rivolgersi

Polizia Locale

via Salvo D'Acquisto 12 Vedi info e orari
Telefono051 622 8122 Email@ Polizia Locale Fax051 622 8298

Riferimenti

Responsabile del procedimento

Nicoletta Puglioli

Funzionario sostituto
ai sensi della L. 241/'90

lea.maresca
Valuta questo sito