Un investimento da 1 milione e 100mila euro a carico del Comune di San Lazzaro, che ha portato alla realizzazione di una caserma in grado di essere attiva h24 e di intervenire prontamente anche sui territori di Ozzano, Castel San Pietro, Castenaso, Pianoro, Monterenzio e Bologna, riuscendo a servire un bacino di oltre 100mila persone. 
Il Distaccamento può fare affidamento su una dotazione di organico di 33 unità, garantendo la presenza 24 ore su 24 di una squadra operativa di pronto intervento composta da un capo squadra e quattro Vigili del Fuoco, dotati di una autopompa serbatoio (mezzo pesante con riserva d’acqua di circa 3500 litri e dotazioni per affrontare la maggior parte degli interventi di soccorso) e di un fuoristrada pick up con modulo anticendio boschivo.

Un Distaccamento all'avanguardia in termini di prestazione energetiche e a energia quasi zero, dotata di pannelli radianti a pavimento, pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria, impianto a pannelli fotovoltaici per sopperire a parte del fabbisogno elettrico dell'edificio e illuminazione con corpi illuminanti a led. 
All'interno è presente un'autorimessa e locali accessori, una sala corsi, una zona giorno con angolo cottura, due camere multiple e due camere singole, oltre a unità igieniche e docce. 
Un distaccamento fortemente voluto dall'amministrazione comunale di San Lazzaro di Savena.

Traguardo raggiunto grazie alla forte intesa tra Comune e Corpo dei Vigili del Fuoco, che ha portato alla costruzione di una struttura sicura e collocata in un punto strategico, cioè nella zona industriale di San Lazzaro di Savena, a poca distanza dalla tangenziale e dall'autostrada.


Questa pagina ti è stata utile?