Strumenti personali

Sezioni

IMBOSCATA - Percorso naturalistico con incursioni artistiche sulle sponde del fiume Idice

ultima modifica 28/05/2021 16:02
Dal 30/05/2021
Al 30/05/2021
Dove
partenza dal parcheggio di Ca' De Mandorli - via Idice 24 - di fianco al chioschetto
Orario

dalle ore 15 alle ore 20

Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal

Domenica 30 maggio 2021 - dalle ore 15 alle ore 20 - presso il Parco Fluviale del Molino Grande. Accesso principale itinerario da Cà de Mandorli

Spettacoli, Teatro, Musica, Circo, Spettacoli di strada e Luna Park


Un’iniziativa culturale, artistica ed ambientale all’aria aperta, già sperimentata con successo a Castenaso e San Lazzaro di Savena nell’estate 2020.
Musicisti, giocolieri, narratori, danzatori, poeti, acrobati, pittori, visionari nascosti tra alberi, cespugli e lungo il fiume Idice, dislocati in maniera diffusa e distanziata lungo il percorso di 8 km, interagiscono con l’ambiente che li ospita, animando un’insolita passeggiata tra natura arte e cultura, mescolate in un unico paesaggio da attraversare, in un unico quadro da scoprire.
Un trekking naturalistico con incursioni artistiche. Un’Imboscata! Per stupire e sorprendere con la bellezza dell’arte e della natura.

In caso di maltempo il 30 maggio, l’iniziativa sarà rinviata.
Aggiornamenti sulla pagina Facebook  del Comune di san Lazzaro di Savena

L’itinerario

Il percorso ad anello di domenica 30 maggio attraversa l’Oasi Fluviale del Molino Grande; il sentiero è lungo circa 7,5 km e costeggia il fiume Idice (salvo un piccolo tratto di strada sterrata), è praticamente pianeggiante o con lievi dislivelli.
L’anello, si percorre a piedi in senso orario mantenendo il fiume sempre a destra del cammino.
L'ingresso principale al percorso si trova all'accesso del Parco Fluviale su via Idice di fianco al chioschetto e al miniautodromo (parcheggio di Ca' de Mandorli), altri accessi secondari sono a Castel dei Britti, via Pedagna e via Montebello.
A passo “allegro” si percorre in 2,5 h di cammino; con “andamento lento” o “allegro ma non troppo”, soffermandosi a godere del paesaggio, della flora particolarmente rigogliosa in questa stagione, del fiume con le sue insenature, della musica e delle sorprese artistiche, l'itinerario può durare anche 3-4 ore a seconda del passo di marcia e dei tempi di riposo.
Il percorso è adatto anche a partecipanti non allenati e nell’edizione 2020 hanno partecipato anche moltissimi bambini.
Di seguito la mappa del percorso e dei punti di interesse (visibile con Google Maps a questo link)



Modalità di partecipazione

La partecipazione è gratuita e senza obbligo di prenotazione, all'interno della fascia oraria 15 - 20, in cui è prevista l’animazione artistica.
Ogni persona, famiglia o gruppo di congiunti è libero di percorrere autonomamente il sentiero.
Non c'è un orario di partenza o gruppi organizzati: gli artisti sono collocati in maniera distanziata lungo il percorso per evitare concentrazioni di pubblico e si esibiscono in brevi performance di vario genere integrate al contesto naturale.
La lunghezza del percorso, l’arco temporale ampio, il fatto di essere interamente all’aria aperta, senza gruppi o comitive... tutto è finalizzato ad evitare assembramenti.
Nell'accesso principale di Ca’ de Mandorli, dove c'è un ampio parcheggio, e negli accessi secondari di Castel dei Britti, di via Pedagna e di via Montebello, sono presenti dei punti di raccolta dati dei partecipanti per il tracciamento con una regolamentazione degli accessi in modo ordinato e scaglionato sempre allo scopo di evitare assembramenti lungo il cammino, il che potrà comportare brevi tempi di attesa.
Lungo il percorso è prevista la presenza di steward  integrati con il contesto (“folletti” e GEV) a garanzia della normativa anti-Covid.
L’itinerario va percorso in senso orario mantenendo il fiume sulla destra, seguendo il tracciato gpx visibile dal telefono su google map (disponibile dal 27 maggio) o la segnaletica presente sul percorso con le frecce che indicano il senso di marcia.
È obbligatorio indossare la mascherina e mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro durante tutto il percorso.
I bambini vanno sempre opportunamente vigilati: siamo sulle rive del fiume e alcuni tratti sono su strada carrabile.
Si consigliano scarpe da trekking solo in caso sia piovuto nei giorni precedenti; altrimenti sono sufficiente le scarpe da ginnastica e una borraccia con l'acqua necessaria.
Servizi igienici disponibili presso il parcheggio del bar ristorante Cà de Mandorli vicino all’accesso principale del percorso.

Come arrivare

TRENO + BICI
L'accesso di Cà de Mandorli può essere raggiunto anche in treno + bicicletta sulla linea Bologna – Rimini o in bicicletta da Bologna percorrendo la ciclabile che collega Bologna a San Lazzaro.

IN AUTO
È disponibile un ampio parcheggio presso Ca’ de Mandorli

Dove mangiare

  • Nuovo Ristorantino Cà de Mandorli: speciale menù Imboscata con bar, colazione, aperitivi, pranzo e cena. Prenotazioni tel. 3714755677.
  • Pub 2000 Estate: bibite, piadine, bruschette. Info e prenotazioni 3476475571.
  • Ristoranti, trattorie ed agriturismi della zona.
  • Aree pic nic all’interno del parco.


Partecipazione artistica domenica 30 maggio

  • Ocarina Ensamble Budrio e Scuola Comunale di Ocarina Vincenzo Grimaldi
  • Mpj con Patrizia Miss Patty Miss Urbani - chitarra e voce, Christian Judas Di Maggio - percussioni
  • Elisa Genghini band con Elisa Genghini - chitarra e voce, Gianluca Schiavon - batteria, Federico Trevisan – chitarra
  • Fragole e Tempesta con Giorgio Spanos – violino, flauti e cornamusa emiliana e Giulia Betti – chitarra e organetto
  • Le Strafenici con Alessia Oliva - flauto traverso e Laura Francaviglia - chitarra classica
  • Klezmerom con Salvatore Panu – fisarmonica Giacomo Bertocchi – clarinetto,, Michele Murgioni – basso tuba
  • Matteo Penazzi – violino
  • Fiorenza Menni/Ateliersi – letture al paesaggio
  • Valentina Schiona e Laura Cinelli di Punto Danza Castenaso – danza
  • Eden Park – tessuti aerei
  • Gran Duca 7 – folletti di bosco
  • Bicio Fabbri – pittura estemporanea e Floriano Fabbri – poesie
  • Tina Clementa Gozzi – pittura estemporanea
  • Ester Vanni - pittura estemporanea
  • Sustenia – Pillole sull’ecosistema del fiume
  • Cinzia Cometti, Educatrice Ambientale Ente Parchi Emilia Orientale – Spiritelli del Parco, per bambini


Direzione artistica di Elena Paolucci

Punti informativi


Ente Parchi Emilia Orientale - con David Bianco, Reponsabile Area Ambiente e Fabio Suppini, Guida Ambientale
WWF Bologna Metropolitana OdV – Angelo Michelucci

Con la partecipazione e l’assistenza CPGEV OdV Bologna

IMBOSCATA - Percorso naturalistico con incursioni artistiche sulle sponde del fiume Idice apre il programma della rassegna "Alti e Bassi, dalla collina alla pianura: percorsi d'arte e cultura nel verde" scopri tutti gli appuntamenti!

👇 Le immagini del percorso naturalistico con incursioni artistiche sulle sponde del fiume Idice - edizione 2020 👇

Azioni sul documento

archiviato sotto: , , , ,
Valuta questo sito