Comunicazione efficace ed inclusiva

ultima modifica 12/05/2016 13:13

Art. 25 Comunicazione collaborativa

Comma 1: Il Comune, al fine di favorire il progressivo radicamento della collaborazione con i cittadini, utilizza tutti i canali di comunicazione a sua disposizione per informare sulle opportunità di partecipazione alla cura ed alla rigenerazione dei beni comuni.
Comma 2: Il rapporto di collaborazione mira in particolare a:
a) consentire ai cittadini di migliorare le informazioni, arricchendole delle diverse esperienze a disposizione;
b) favorire il consolidamento di reti di relazioni fra gruppi di cittadini, per promuovere lo scambio di esperienze e di strumenti;
c) mappare i soggetti e le esperienze di cura e rigenerazione dei beni comuni, facilitando ai cittadini interessati l'individuazione delle situazioni per cui attivarsi

 

Nel 2015 la comunicazione del Comune ha subito una rivoluzione. Si è trasformata in una comunicazione allegra, moderna, efficace, riconoscibile; ha puntato su grafiche moderne e su un’immagine coordinata che oggi consente di riconoscere le produzioni sanlazzaresi con un solo sguardo.

Si è ripensata la rivista del Comune, che è diventato un magazine di approfondimento e racconto della città che evolve, si è puntato molto sul racconto fotografico di qualità, per testimoniare e conservare la memoria di ciò che accade.
La rivista ha smesso di essere un mero racconto degli appuntamenti in agenda o un veloce resoconto del passato ma ha puntato sul racconto della città, sulla comunità che vive e partecipa.

Il nuovo sito è più fruibile, navigabile e intuitivo, ma soprattutto è mobile friendly, ovvero pensato per essere consultato da smartphone, che ormai è il mezzo con cui la maggior parte degli italiani naviga sul web.
Le sezioni tematiche rendono più immediata la consultazione, la funzione di ricerca è più funzionale e in progetto c’è lo sviluppo di un’app.

La revisione della grafica e dello stile dei contenuti ha riguardato anche i cartelli per la fruizione dei parchi cittadini, che da elenco di divieti sono diventati un’esortazione propositiva al corretto utilizzo dei luoghi.

Dall’esperienza del cantiere BoBo e del concorso Umarell si è deciso di giocare coi cantieri cittadini, trasformandoli da disagio in opportunità, in gioco, in scoperta. Così la comunicazione dei cantieri è diventata un’occasione per tutti per ritrovarsi, discutere, ridere e seguire da vicino le evoluzioni dei lavori.

La comunicazione sociale, in tutto il paese, per troppi anni è stata quasi punitiva sia nei contenuti e nei linguaggi, sia nella veste grafica; oggi il sociale deve rappresentare un’opportunità, la risposta giusta a una sfida complessa, un appello alle energie che vogliano rispondere con soluzioni nuove a problemi crescenti e quindi oggi più che mai ha bisogno di essere comunicato bene.

Da almeno un decennio si è assistito a uno scollamento tra la realtà della vecchia concezione del sociale, ormai superata, e le forme che guardano alla comunità come soluzione dei problemi.
È a quella comunità che bisogna appellarsi, a quelle forme di cittadinanza attiva che oggi rappresentano il futuro - l’unico possibile - del volontariato e consentono al sopravvivenza di un sistema di welfare pensato in altri tempi e con altri numeri altrimenti destinato al collasso.

Giovani Talenti Creativi    Aperitivi e nuove professioni    Caccia al disegno    Che spettacolo San Lazzaro!

Cultura della solidarietà   Fuori dal comune   San Lazzaro Bene Comune    Informagiovani

Valuta questo sito