San Lazzaro Bene Comune

ultima modifica 26/07/2016 11:20

Art. 3 Principi generali

Comma 1: La collaborazione tra cittadini e amministrazione si ispira ai seguenti valori e principi generali:

b) Promozione e sviluppo dei beni relazionali: il Comune e i cittadini riconoscono e valorizzano i legami di socialità che si esprimono nella cura condivisa e responsabile dei beni comuni;

c) Non discriminazione: la collaborazione nei confronti del Comune è aperta a tutti, senza discriminazione alcuna, tale principio informa ogni attività svolta ai sensi della presente carta e deve essere rispettato da tutti i soggetti che partecipano ad ogni tipo di iniziativa;

d) Fiducia reciproca e leale collaborazione: ferme restando le prerogative pubbliche in materia di vigilanza, programmazione e verifica, l’Amministrazione e i cittadini improntano i loro rapporti alla fiducia e leale collaborazione reciproca e presuppongono che la rispettiva volontà di collaborazione sia orientata al perseguimento di finalità di interesse generale;

f) Responsabilità: l’amministrazione valorizza la responsabilità, propria e dei cittadini, quale elemento centrale nella relazione con i cittadini stessi, nonché quale presupposto necessario affinché la collaborazione risulti effettivamente orientata alla produzione di risultati utili e misurabili;

g) Inclusività e apertura: gli interventi di cura e rigenerazione dei beni comuni devono essere organizzati in modo da consentire che anche altri cittadini interessati possano aggregarsi alle attività;

m) Informalità: l’amministrazione richiede che la relazione con i cittadini avvenga nel rispetto di specifiche formalità solo quando ciò è previsto dalla legge. Nei restanti casi assicura flessibilità e semplicità nella relazione, purché sia possibile garantire il rispetto dell'etica pubblica, così come declinata dal codice di comportamento dei dipendenti pubblici e dei principi di imparzialità, buon andamento e trasparenza;

n) Autonomia civica: l’Amministrazione riconosce l’autonoma iniziativa dei cittadini e predispone le misure necessarie a garantirne l’esercizio effettivo da parte dei cittadini.

 

Nell’ambito della giornata che la Regione Emilia Romagna ha istituito nel 2014 con la finalità di incrementare iniziative di cittadinanza attiva e solidale, l’Amministrazione comunale ha deciso di attivare percorsi di cittadinanza attiva che includano il maggior numero di interlocutori possibili.

Ritenendo non più attuale e proficuo un confine troppo netto tra associazionismo, commercio e profit e no profit, a San Lazzaro ciascuno può essere portavoce di finalità anche sociali che abbiano una ricaduta positiva sul proprio territorio e sugli altri. Nessuno può e vuole  chiamarsi fuori da una celebrazione della propria città: un momento in cui ognuno partecipi con le proprie forze e le proprie aspirazioni.

Da queste considerazioni nasce il cartellone di iniziative che il Comune, col patrocinio di Regione e Città Metropolitana, e molte realtà del territorio hanno realizzato per celebrare insieme San Lazzaro Bene Comune e per declinare forme di cittadinanza attiva e solidale attraverso varie proposte, tutte legate dalla voglia di stare insieme e condividere delle esperienze

La settimana del 2016 prevede, oltre ai due eventi del sabato e della domenica (festa e sport, inclusivi e socializzanti), appuntamenti legati alla fotografia e al raccolto della Resilienza, grazie ad una delle vincitrici del Bando dei giovani talenti Creativi; un appuntamento sul mondo dell’accoglienza e dell’integrazione, una serata dedicata al contrasto alle ludopatie e all’analisi del fenomeno del gioco d’azzardo, dal punto di vista matematico, sanitario e culturale. La Fondazione Adriano Olivetti porta il suo racconto delle Fabbriche di Bene e delle esperienze delle Comunità fondate dall’illuminato imprenditore Olivetti. E infine una celebrazione di Fabbrica, a un anno di distanza da dove tutto nacque, per raccontare questo intenso periodo e tutti i compagni di viaggio.

 

San Lazzaro Bene Comune   Cittadinanza attiva per la cura del bene comune   Festa di comunità   Solidarietà in movimento

  Il servizio civile come esperienza di cittadinanza attiva   Biciclettata solidale

Valuta questo sito