La vita in città

ultima modifica 21/03/2019 17:09
Una città bella, sicura ed accogliente, per una migliore qualità della vita

Cartolina la vita in città

Linea vita in città

Un Comune accogliente, attento ai bisogni della collettività e che investe sulla bellezza e sul decoro urbano: questa è San Lazzaro. Una città che non ha risentito della crisi immobiliare grazie al costante lavoro di riqualificazione e cura degli spazi pubblici e alle politiche urbanistiche che hanno impedito la realizzazione di nuovi alloggi su terreni vergini imponendo la rigenerazione di vecchi edifici abbandonati.

Una città che ospita tra le più floride realtà del commercio metropolitano, grazie alle capacità degli esercenti locali e alla sinergia preziosa con l’istituzione.

Una città che ha il più alto numero di telecamere di videosorveglianza dell’area metropolitana bolognese e che ha contrastato l’inciviltà e l’abbandono di rifiuti con un controllo a tappeto delle isole ecologiche.

Una città è sicura non solo quando diminuiscono i reati ma anche quando le scuole sono antisismiche, quando le opere pubbliche sono solide, quando il dissesto idrogeologico è tenuto costantemente sotto controllo e quando la viabilità garantisce l’incolumità degli utenti della strada.

Linea vita in città

238.000 euro per la sicurezza del Ponte Savena

136.000 metri quadrati di strade asfaltate

3km di nuove piste ciclabili

Tasse comunali diminuite del 20%

3.000.000 euro recuperti dall’evasione fiscale grazie a controlli stringenti

220 nuove telecamere di video sorveglianza per la sicurezza

scarica la cartolina

Cartolina vita in città retro

Favorire la passeggiata a San lazzaro incide sul benessere dei cittadini e sulla qualità del commercio. Le tante panchine che sono state collocate sono funzionali agli anziani che possono sentirsi sicuri nell’intraprendere una camminata per le vie della città poiché sanno che possono trovare un punto di riposo a pochi passi. Per la sicurezza del ponte sul Savena è stato fatto un investimento di 238mila euro, che oltre al consolidamento del ponte, ha reso possibile la riasfaltatura della strada e dei percorsi pedonali, nonché la realizzazione di nuovi parapetti e ringhiere di sicurezza lungo entrambi i lati della struttura. Grazie a un cantiere “sospeso” e innovativo la circolazione stradale non è stata mai interrotta, fatto salvo 5 giorni a senso alternato per risagomare i marciapiedi. La sosta in centro e nelle frazioni è stata ottimizzata, anche attraverso la realizzazione di nuovi parcheggi. Alla Ponticella è in fase di apertura al pubblico il parcheggio di piazzale Pascoli, che porterà 35 posti auto in più La mobilità a San Lazzaro ha visto una riorganizzazione complessiva che ha messo al primo posto la sicurezza di pedoni, ciclisti e automobilisti. Su tutto il territorio, in particolare nelle frazioni, sono stati messi in sicurezza numerosi incroci e strade, con attraversamenti pedonali rialzati e/o illuminati, come in via Paolo Poggi, alla Campana e sulla via Emilia a Idice. Tra i numerosissimi interventi figurano via 25 Aprile, via Marzabotto e via Galeotti, oltre all’incrocio tra la via Emilia e le vie Ca’ Bassa e Castiglia. In via Pizzocalvo è stato installato un semaforo per la sicurezza stradale. Durante il mandato sono stati riasfaltati oltre 135mila metri quadrati di strade, senza dimenticare i percorsi pedonali e ciclo-pedonali, con un progressivo abbattimento delle barriere architettoniche Per fluidificare il traffico e limitare le situazioni di pericolo agli incroci sono state realizzate due nuove rotonde: una all’altezza del Globo sulla via Emilia, l’altra a Mura San Carlo, in sostituzione di un incrocio particolarmente pericoloso.É stata inoltre ridisegnata la rotonda tra via Caselle e via Caduti di Sabbiuno, risolvendo un importante snodo di traffico Attraverso la riorganizzazione della sosta, i contributi per le luminarie natalizie e gli sgravi per gli esercenti, il Comune ha sostenuto il commercio sanlazzarese Un occhio di riguardo anche alle forme di energia alternative, grazie alle 3 colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici (e relativi parcheggi) posizionate sul territorio Si stanno inoltre moltiplicando i gruppi di Controllo di vicinato, che accanto alle forze dell’ordine presidiano il territorio anche con la nuova app sviluppata con l’Università di Bologna, attualmente in prova sul territorio. Per valorizzare la mobilità sostenibile, il Comune si è impegnato a completare i circuiti ciclabili del territorio: in 5 anni sono stati realizzati 3 chilometri in più di piste ciclabili, tra cui i collegamenti in via Valfiore-Tomba Forella e il nuovo percorso ciclo-pedonale a Castel de’ Britti Un massiccio investimento sulla sicurezza ha portato all’installazione di 220 nuove telecamere su tutto il territorio. Si tratta di impianti di videosorveglianza di ultima generazione, dispositivi Targa System che registrano le targhe agli accessi della città, e di 26 kit di video-trappole contro gli abbandoni dei rifiuti. In tutto il territorio sono stati sostituiti 1.600 punti luce con moderne luci a led per garantire una maggiore sicurezza anche di notte.

Valuta questo sito