Strumenti personali

Sezioni

Territorio, ambiente, sostenibilità

ultima modifica 21/03/2019 17:08
Dallo stop al cemento al verde urbano, passando per la riqualificazione

Cartolina territorio

Linea verde

Una città ricca di verde è più sana e sicura per chi la vive ogni giorno. Il mandato amministrativo 2014-2019 ha puntato sull’ambiente e sulla salvaguardia del nostro fragile territorio.
Allo stop alla “Colata di Idice” sono seguite numerose misure per la decementificazione, anche al fianco della Regione Emilia-Romagna, culminate con l’approvazione in Consiglio Comunale delle nuove linee guida per l’urbanistica che azzerano il consumo di suolo.
Grazie a questa scelta, a San Lazzaro non è più possibile costruire nulla, ma solo riqualificare l’esistente.
Ne sono una prova gli oltre 17.400 metri quadrati di cemento rimosso e sostituito con verde urbano.
Grazie alla riqualificazione urbanistica, in particolare nella Cicogna industriale e nel comparto di via Speranza, sono stati demoliti 17.000 metri cubi di vecchi fabbricati. La riqualificazione urbana ha dato un nuovo volto al centro cittadino e alle frazioni. Durante il mandato sono stati piantumati oltre 2.000 alberi, un polmone verde che assieme al nostro patrimonio ambientale ci aiuta ogni giorno a ridurre gli effetti negativi dei cambiamenti climatici e dell’inquinamento.

Approfondisci consultando il Bilancio Arboreo del mandato 2014-2019

Linea verde

2.000 alberi piantumati

3.970 metri quadrati di aree di sgambatura per animali

3 nuove colonne di ricarica per auto elettriche

1.600 punti di illuminazione convertiti a led 

65.000 metri quadrati di amianto rimosso

140.000 euro di risparmio annuo

17.400 metri quadrati di cemento restituiti al verde 

-18% sulla tassa dei rifiuti

scarica la cartolina

Cartolina ambiente retro

Il Comune di San Lazzaro ha vinto un bando regionale e ottenuto un finanziamento da 988.000 euro per il progetto del nuovo parco fluviale, che cambierà il volto di via Speranza e dell’ex area artigianale di via Caselle. Il Comune di San Lazzaro ha vinto un bando regionale e ottenuto un finanziamento da 988.000 euro per il progetto del nuovo parco fluviale, che cambierà il volto di via Speranza e dell’ex area artigianale di via Caselle.  In via Emilia fino a via Jussi alta e bassa, piazza Bracci, largo Osca Maserati, piazzetta Esedra, via Repubblica e via Fratelli Canova, sono stati collocati alberi e piante per assorbire Co2, pulire l’aria che respiriamo e riqualificare lo spazio urbano.  Quasi tutti i parchi e le aree verdi del centro e delle frazioni sono state riqualificate, con un occhio di riguardo per i giochi per bambini, i campetti e gli impianti sportivi pubblici. Grazie a bandi per giovani imprenditori a Castel de’ Britti, a Mura San Carlo, al parco della Resistenza e al parco Europa sono sorti nuovi chioschi.  Oltre 1.600 punti luce sono stati sostituiti con moderne luci a Led. 140.000 euro di risparmio. 432.000 kg di CO2 evitati.  Al parco Europa è nato il parco Primo Sport 0246, con giochi studiati per favorire il corretto movimento e sviluppo dei bambini dai 2 ai 6 anni di età. Su tutto il territorio 39 nuovi giochi per bambini, di cui 14 dedicati a bambini con disabilità.  Non mancano le aree didattiche per educare i più piccoli al rispetto della Natura: nel 2014 accanto alla Mediateca è nato Mondorto, orto didattico dove si tengono laboratori, corsi e iniziative culturali rivolte a bambini, ragazzi ed adulti sulla cura delle piante e sulla loro coltivazione. 1.200 persone coinvolte in 5 anni  Per una città libera dall’amianto si è provveduto a bonificare tutti gli edifici pubblici, a rimuovere 65.000 metri quadrati di amianto e ad inasprire le sanzioni per i privati che non bonificano.  Accanto alla convenzione con la Bonifica Renana per la manutenzione dei corsi d’acqua, sono stati fatti importanti interventi sulla sicurezza di luoghi particolarmente fragili, come la rupe di Castel de’ Britti e l’ex Cava Prete Santo a Ponticella. 3.000.000 di euro spesi per la prevenzione del dissesto idrogeologico.
   San Lazzaro ha tanti amici a quattro zampe: oltre al nuovo gattile comunale, in città e nelle frazioni sono sorte tante aree di sgambamento nuove, per un totale di 3.970 metri quadrati. Presto nascerà anche il nuovo cimitero per gli animali.

Valuta questo sito