Salta al contenuto

Dichiarazione di morte

La dichiarazione di morte deve essere effettuata entro 24 ore dal decesso, all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune dov'è avvenuta la morte.
La morte deve essere certificata dal medico curante, che ne attesta le cause (Mod. Istat D4 o D5). Trascorse 15 ore dal decesso, il medico necroscopo (medico A.S.L.) rilascia l'accertamento di morte.
Dopo 24 ore dal decesso (o 48 ore nel caso di morte improvvisa) l'Ufficiale di Stato Civile, previa acquisizione dell'accertamento di morte, rilascia il permesso di seppellimento necessario per la tumulazione della salma. L'Ufficiale dello Stato Civile del Comune di decesso provvederà anche al rilascio dell'autorizzazione al trasporto della salma per la tumulazione.

Requisiti del richiedente

Maggiore età. La dichiarazione di morte può essere resa da un congiunto, da un incaricato, oppure, se il decesso è avvenuto in ospedale, dal direttore sanitario o suo delegato.

Modalità di erogazione

E' consigliabile preavvertire telefonicamente, specialmente se il deceduto risiedeva in Comune diverso da quello di decesso. Non è richiesta la presenza di testimoni. 

Costi

2 marche da bollo da €16,00 più € 0,52 di diritti di segreteria.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

13-12-2021 12:12

Questa pagina ti è stata utile?